Salta il taglio Irpef e Irap, Fini pone il veto sulla fiducia

Il ministro dell’Economia fa passare la linea del rigore, "nessun assalto alla diligenza". Il presidente della Camera fa sapere di non essere disponibile ad accettare un maxiemendamento bloccato sulla finanziaria

Salta il taglio irap e irpef di fine anno. I 4 miliardi di euro disponibile, derivanti dallo scudo fiscale, per la manovra finanziaria verranno dirottati su interventi "strutturali", dal welfare alle piccole e medie imprese, e non per misure "mirate". Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti fa passare la linea del rigore, nessun assalto alla diligenza dunque. Nel 2010 poi si vedrà, tutto dipenderà dall’andamento dei conti. Carceri, scuola, giustizia, sicurezza, piccole e medie imprese sono tra gli altri capitoli ai quali governo e maggioranza stanno lavorando e che domani saranno al centro di una nuova riunione anche con gli alleati della Lega, l’ultimo appuntamento in agenda prima di poter iniziare a formalizzare le proposte.
D’altro canto in giornata si è alzata anche la voce di Gianfranco Fini che, anticipando le mosse del Governo, fa sapere di non essere disponibile a accettare un maxiemendamento confezionato in extremis (e dunque infarcito di misure non discusse in Parlamento) e sul quale i deputati sarebbero obbligati a esprimere solo il voto di fiducia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.