Sgarbi: “Se questo è il nuovo volto della Lega, non ci siamo”

Il critico interviene dalle colonne del Giornale dopo l’abbattimento della villa Liberty. Il segretario provinciale del Carroccio Candiani: “Gli interessa solo far casino”

Abbattimento villa liberty Morazzone“L’abbattimento di una integra e perfetta villa Liberty dotata di vetri, ferri battuti, decorazioni, affreschi che in questi giorni sono stati spazzati via dalla furia di uomini selvaggi, veri barbari, inconsapevoli e ignoranti”. Parole dure di Vittorio Sgarbi che dalle colonne del Giornale ha firmato un articolo di condanna su quanto accaduto a Morazzone. Il critico, sindaco di Salemi, aveva portato all’attenzione della cronaca la scorsa estate la vicenda di Villa Bianchi, la villa liberty di Morazzone a cui la Sovrintendenza non ha posto alcun vincolo. La casa è così stata abbattuta dei giorni scorsi e lascerà spazio a un complesso immobiliare. Sgarbi era intervenuto dopo aver fatto una visita in paese a luglio, in merito alla futura mostra del Morzzone che si dovrebbe organizzare nei prossimi mesi nella zona. Seguito da gran parte dei sindaci della zona, Sgarbi aveva preso le difese della villa, bloccando di fatto i lavori di demolizione. Fino all’altro giorno.
 
“Abbiamo tentato di fermarli, abbiamo scritto, ma l’amministrazione di Morazzone si è dimostrata complice dei vandali – aggiunge senza mezzi termini Sgarbi nell’articolo -. Se questo è il nuovo volto della Lega, non ci siamo. Distruggere un edificio che ha quasi cent’anni è come bruciare un manoscritto di Pascoli o di d’Annunzio e a cancellare testimonianza e memoria, nell’indifferenza delle autorità, peraltro chiamate alle loro responsabilità. Oggi Villa Bianchi a Morazzone non c’è più. E il sindaco non capisce il delitto che ha consentito. Ma a cosa serve esaltare il patrimonio artistico architettonico italiano se poi è impossibile frenare la furia che lo distrugge?”.
“Questa è l’Italia di speculatori, barbari, distruttori, che non hanno ritegno e si comportano nel civile Nord peggio che in Sicilia o in Campania – conclude il critico -. Com’era accaduto qualche tempo fa a Fidenza, anche la distruzione della palazzina Liberty di Morazzone indica un degrado delle istituzioni intollerabile, e la vanità del grido di chi protesta manifestando con coerenza di aderire agli stessi principi che ministri, sovrintendenti e sindaci dichiarano solennemente di riconoscere e di far rispettare. Menzogne”.
 
A rispondere a Sgarbi sulla situazione è direttamente il segretario provinciale della Lega Nord, Stefano Candiani: “Sgarbi è un esperto della sceneggiata e della polemica al di là della realtà dei fatti di cui parla. Le sue piazzate ormai non impressionano più nessuno. Se la prende con chiunque gli capita a tiro solo per far casino e l’unica cosa che gli interessa è alzare la voce per far parlare di sé”.

Galleria fotografica

Abbattuta villa liberty 4 di 12
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Abbattuta villa liberty 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.