“Sì all’appello di Saviano”: sit in davanti al tribunale

Mercoledì alle 18 i cittadini che ritengono ingiuste le leggi sul "processo breve" si raduneranno in piazza Cacciatori delle alpi per dare un segnale di democrazia

Torna la stagione delle manifestazioni civili di protesta. Mercoledi 18 novembre, alle ore 18
è stato convocato un sit in «contro le leggi vergogna», in piazza Cacciatori delle Alpi 4 davanti al tribunale di Varese. Gli organizzatori sono un gruppo di cittadini autoconvocati, aderenti ai partiti e non. La manifestazione e’ aperta a tutti i cittadini che condividano l’appello a Berlusconi lanciato negli scorsi giorni dallo scrittore Roberto Saviano. Ecco il testo:
«Signor presidente del consiglio, io non rappresento altro che me stesso, la mia parola, il mio mestiere di scrittore. sono un cittadino. Le chiedo: ritiri la legge sul "processo breve" e lo faccia in nome della salvaguardia del diritto. Il rischio è che il diritto in Italia possa distruggersi, diventando uno strumento solo per i potenti, a partire da lei.
Con il "processo breve" saranno prescritti di fatto reati gravissimi e in particolare quelli dei colletti bianchi. Il sogno di una giustizia veloce è condiviso da tutti. ma l’unico modo per accorciare i tempi è mettere i giudici, i consulenti, i tribunali nelle condizioni di velocizzare tutto. Non fermare i processi e cancellare così anche la speranza di chi da anni attende giustizia.
Ritiri la legge sul processo breve. non è una questione di destra o sinistra. Non è una questione politica. Non è una questione ideologica. E’ una questione di diritto. Non permetta che questa legge definisca una volta per sempre privilegio il diritto in Italia, non permetta che i processi diventino una macchina vuota dove si afferma il potere mentre chi non ha altro che il diritto per difendersi non avrà più speranze di giustizia”.
L’adesione all’iniziativa e’ individuale. Gli organizzatori invitano tutti i cittadini, di destra e di sinistra, ad intervenire. Rinunciare a bandiere o simboli di gruppi organizzati. Non sono previsti discorsi o comizi. Unico obiettivo: «Incontrarsi, condividere la proposta di Saviano e decidere
insieme le prossime azioni».
 
Le adesioni:
Alessandri Alfieri del partito Democratico ha annunciato la sua presenza
«Come dirigente farò la mia parte perchè il Partito Democratico della Lombardia si mobiliti in questo senso. Personalmente ho sottoscritto l’appello di Saviano e ho deciso di aderire individualmente a quelle iniziative che si rifanno al suo appello».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.