Si spaccia per agente antidroga e perquisisce minorenni

L'uomo, un 36enne, è accusato di violenza privata nei confronti di otto minori e due adulti. L'intervento dei carabinieri di luino ha fermato le sue strane "perquisizioni"

Un trentaseienne di Cugliate Fabiasco è stato arrestato dai Carabinieri di Luino per violenza privata i danni di un gruppo di giovanissimi che si era ritrovato nei pressi della scuola media di un centro del Luinese. L’uomo si era presentato tranquillamente ieri pomeriggio verso le 17.30 nei pressi dell’istituto  e lì dove si trovavano riuniti alcuni ragazzi, fra cui dei minorenni, aveva iniziato, dicendo di essere un “agente dell’antidroga”, a perquisire i presenti. La condotta è stata tenuta con chiunque si trovasse davanti a luicontinuando a praticar a "perquisizione" nelle stradine limitrofe, ai danni di un altro giovane ( maggiorenne). Una ragazza straniera, la quale non ha accettato di sottoporsi al controllo, presa dal sospetto che non si trattasse di un agente antidroga ha chiamato il 112. 

Temendo di potere essere scoperto, l’uomo si allontanava cercando di farla franca, ma non aveva fatto i conti con i Carabinieri di Luinoche lo hanno individato in pochissimo tempo anche grazie alla descrizione fatta dalla ragazza e dal ragazzo maggiorenne. Così i militari dell’Arma lo hanno subito rintracciato ed arrestato per violenza privata.

L’uomo, per avvicinare le vittime, aveva simulato di essere un pubblico ufficiale, per poi dare subito dopo sfogo ai propri istinti, palpeggiando anche nelle parti intime chiunque si trovasse nel suo raggio d’azione. Alla fine i Carabinieri ricostruendo in modo certosino i fatti conteranno, tra le persone offese, 8 minorenni e due adulti, i quali nella circostanza si trovavano a transitare nei pressi del plesso scolastico. Per il 36 enne il Sostituto Procuratore Dott. ssa Raffaella Zappatini ha predisposto la misura cautelare del dvieto di residenza nel comune dove è avvenuto il fatto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.