Simona Atzori premiata dalla JCI al congresso mondiale

La danzatrice e artista saronnese "miglior under 40 del pianeta" per l'associazione. Entusiasmo nella Junior Chamber italiana: la presidente Chiara Milani eletta a vicepresidente internazionale. “E' il riconoscimento

Il riconoscimento di una giovane varesina come uno dei migliori giovani talenti del pianeta, 3 premi internazionali e l’elezione dell’attuale presidente nazionale alla carica di vice presidente mondiale: sono i successi conquistati nei giorni scorsi dalla Junior Chamber Italiana al Congresso della JCI (Junior Chamber International) che si è svolto per la prima volta nel Maghreb, in Tunisia, a Hammamet.

“Il conferimento di così tanti attestati di stima è un risultato storico, per il quale ringrazio tutti i soci italiani, in primis quelli della provincia di Varese”, commenta soddisfatta al ritorno Chiara Milani, al vertice nazionale dell’organizzazione giovanile tra i 18 e i 40 anni, di cui la sezione varesina fa parte dal 1985.

PREMIO JCI TOYP (The oustanding young persons)

Simona Atzori, pittrice e ballerina della provincia di Varese nata senza braccia, è uno dei migliori giovani talenti al mondo. Lo ha stabilito la giuria internazionale del Premio JCI Toyp (The oustanding young persons) , conferito ogni anno agli under 40 più eccellenti del pianeta, affinché fungano da positivo esempio per i loro coetanei. Premiata lo scorso marzo a Busto Arsizio come vincitrice dell’ottava edizione del Premio Toyp Varese e a maggio a Carmignano (Prato) come prima classificata della selezione nazionale del Premio Toyp Italia 2009 , Simona si è distinta anche a livello internazionale nella categoria “Crescita personale”. Per questo motivo, davanti a migliaia di giovani accorsi da tutto il mondo, è salita sul palco di Hammamet per ricevere il riconoscimento che in passato fu anche di giovani del calibro di Orson Welles, Howard Hughes, Nelson Rockefeller, John F. Kennedy, Henry Kissinger, Gerald Ford, Benigno Aquino e molti altri nomi che hanno fatto la storia contemporanea del nostro pianeta. “ L’importante è andare avanti con forza e con serenità e credere in se stessi e nelle proprie capacità e non permettere agli altri di vedere dei limiti che tu non senti di avere ”, dice Simona ( www.simonarte.com ). In vista della selezione del prossimo anno, chi conoscesse un giovane talento locale nel campo della cultura, del business, del volontariato, dela ricerca scientifica, medico o tecnologica oppure che si è distinto per un percorso di crescita personale è invitato a segnalarlo a: jcvarese@tin.it 

PREMI INTERNAZIONALI

Il miglior progetto di “Responsabilità sociale d’impresa”, il premio per la crescita dell’associazione e quello per aver avuto un’attività efficiente al 100% . Sono i tre trofei portati a casa dalla Junior Chamber Italiana al Congresso mondiale 2009 della JCI.

In particolare, il primo premio è legato a “Home 21; quale casa per il futuro?” , il congresso tenuto lo scorso maggio in provincia di Prato e incentrato sul rispetto per l’ambiente: dalla visita al primo agriturismo bioecosostenibile al convegno curato dal varesino fondatore di Casa 21 Simone Seddio con ospiti locali, nazionali e internazionali, invitati a parlare davanti a una platea di soci provenienti anche da Varese ed esperti del settore . Senza dimenticare un “Business network event” tematico pensato per far incontrare proprio chi lavora nel campo della “green house” e altri accorgimenti “verdi” come l’acqua in brocca anziché nelle bottiglie di plastica, le borse di stoffa anziché le buste di plastica e alcuni poster con i saluti ufficiali invece di centinaia di brochure. Un’attività nell’ottica della quale a livello locale quindici giorni fa a MalpensaFiere, come "anteprima" di Ediltek, è stato organizzato il convegno "The climate project" con il referente italiano del premio Nobel Al Gore, a sostegno della campagna delle Nazioni Unite "Seal the deal".

Tra le altre attività del 2009, un ruolo di primo piano è stato rivestito anche dal progetto “Fai rifiorire la speranza in Abruzzo”, promosso anche a livello provinciale e per il quale ad ottobre la presidente nazionale Chiara Milani ha incontrato il ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, consegnandole la prima parte del ricavato della campagna di raccolta fondi che, attraverso la vendita di "Semi JCI della Speranza", sostiene il progetto ministeriale per la creazione di un "Villaggio della Gioventù" a L’Aquila, per un aiuto concreto ai giovani colpiti dal terremoto . "Mi ha molto colpito nella vostra mission la parola "Comunità", perché se noi non abbiamo la consapevolezza di fare parte di qualcosa che andrà avanti anche quando noi non ci saremo più, diventa difficile spiegare agli altri perché vale la pena impegnarsi anche per qualcosa i cui frutti non raccoglieremo noi. In una comunità, quando qualcuno cade, c’è qualcun altro che è disposto a prenderlo per mano, ad aiutarlo a rialzarsi e a camminarci affianco. Quello che oggi voi fate per i ragazzi d’Abruzzo dimostra che credete nel principio di comunità di popolo e credo che questo possa fare la differenza anche rispetto alla nostra generazione", ha commentato in quella occasione il ministro.

VICE PRESIDENTE MONDIALE

A 14 anni di distanza dall’elezione dell’italiana Patrizia Ronconi a Vice Presidente mondiale JCI, la varesina Chiara Milani è stata votata all’unanimità dall’assemblea mondiale dell’associazione, risultando la prima degli eletti. “Si tratta di uno splendido attestato di stima e fiducia non soltanto nei miei confronti, ma di tutta la Junior Chamber Italiana”, è stato il primo commento dalla neo eletta vice presidente, a cui è stata assegnato il compito di supervisionare l’attività JCI in Turchia, Armenia, Ungheria, Spagna, Portogallo, Cipro e nel Principato di Monaco , dove è già stata invitata a partecipare a una cena di gala con il principe Alberto II .

LE REAZIONI LOCALI

“ Per la nostra sezione locale che da quasi 25 anni porta avanti l’attività JCI sul territorio, tutti questi risultati internazionali sono un incoraggiante riconoscimento e uno stimolo a far sempre meglio”, ha commentato il presidente provinciale Emanuele Colombo, che invita i giovani studenti, imprenditori e professionisti tra 18 e 40 anni interessati a iscriversi l’associazione o ad avere maggiori informazioni a scrivere a: jcvarese@tin.it .

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.