Smantellata cellula terroristica

Diciassette ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite dalla Guardia di Finanza contro algerini





Fabbricavano documenti falsi per avere libertà di movimento in Europa e nel Nord Africa, organizzavano trasferimenti di valuta e raccoglievano fondi per finanziare attività terroristiche fuori dall’Italia. Erano in contatto con persone iscritte nelle liste antiterrorismo dell’Onu.

Queste le attività della cellula terroristica smantellata dalla Guardia di Finanza di Milano che ha eseguito 17 ordinanze di custodia cautelare a carico di algerini, accusati tra l’altro di possesso e fabbricazione di documenti falsi, un reato introdotto dalla legge antiterrorismo del 2005. L’operazione, ribattezzata “Special Hajj”, ha permesso di scoprire che l’associazione aveva un «volume d’affari» di un milione di euro ricavato in tre anni di furti e rapine. Il denaro veniva poi trasferito in Algeria utilizzando identità di copertura diverse, spesso usurpando le identità di calciatori algerini.




di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.