Somma Lombardo tra i cento “più felici” comuni oltre i 10mila abitanti

Ricerca di “Panorama” e del Centro studi Sintesi pongono la città al 74° posto a livello nazionale, prima in provincia di Varese

Somma Lombardo è tra i primi cento comuni per la qualità della vita a livello nazionale. E, con la settantattaquattresima posizione, risulta il primo e unico centro del Varesotto a essere entrato nei “fantastici 100”.
La notizia è pubblicata in un ampio servizio di “Panorama” e parte proprio da un’inchiesta del settimanale stesso, su basi di ricerca condotta dal Centro studi Sintesi che ha “fotografato” la qualità della vita nelle realtà locali del nostro Paese partendo dai 10mila abitanti, proprio per individuare i cento luoghi più “felici”.
Per farlo ci si è basati su diversi parametri, prima eliminando gli estremi, poi misurando il livello di qualità della vita attraverso cinquanta indicatori di benessere nelle otto aree “recentemente indicate come indispensabili per misurare la felicità dei cittadini dalla commissione di economisti istituita in Francia da Nikolas Sarkozy e guidata dal premio Nobel Joseph Stiglitz”: benessere economico, istruzione, partecipazione alla vita politica, rapporti sociali, sicurezza, ambiente, attività personali e salute. Inoltre, l’indagine nello specifico ha introdotto criteri statistici nuovi, quali il clima, la vicinanza con gli aeroporti, il patrimonio artistico e archeologico, la disponibilità di prodotti tipici, la fedeltà fiscale come dato per misurare il senso civico.
E i risultati hanno visto comparire Somma Lombardo al 74° posto. Un risultato certamente migliorabile, ma che viene accolto positivamente dall’amministrazione comunale.
«Rientrare nei primi cento comuni italiani per qualità della vita nell’inchiesta di “Panorama” supportata dalle ricerche del Centro studi Sintesi è sicuramente un motivo di orgoglio e di sprone a continuare nel miglioramento della qualità della vita per la nostra città – commenta il sindaco di Somma Lombardo Guido Colombo -. Quanto promosso, incentivato, curato con attenzione in questi ultimi anni sia dal punto di vista infrastrutturale, sia dal punto di vita sociale e culturale ha sicuramente influito positivamente su questa ricerca e da parte dell’amministrazione comunale credo sia doveroso proseguire in una direzione che ci pone tra i luoghi oltre i 10mila abitanti dove i cittadini e il territorio convivono in maniera positiva».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.