Striscia colpisce a scuola: “Bullismo contro di noi”

Il "manganello televisivo" si abbatte sulla preside di un istituto bustese dopo la "soffiata" che denunciava la... privatizzazione di un posto auto per disabili. A seguire battibecco e l'arrivo dei carabinieri

Striscia la Notizia ha colpito. È andato in onda mercoledì sera il filmato del tg satirico girato venerdì mattina presso una scuola di Busto Arsizio.
Presa di mira la preside, che parcheggiava abitualmente, come si può vedere con tanto di cartello sovrimposto "riservato al Preside", su un posto auto riservato ai disabili, uno dei due presenti nel posteggio interno della scuola, che era stato reso . Non viene fatto nessun nome, nè della scuola nè dell’interessata, fra carabinieri in vista e minacce di querele incrociate. La faccenda, come si può vedere dal filmato, stava prendendo decisamente una brutta piega, con la giovane collaboratrice di "Striscia" quasi aggredita – quasi un classico nelle "inchieste" alla maniera di Ricci &Co., che parleranno di "bullismo" per l’episodio – e la dirigente moralmente "attapirata" in una scenetta che potrà anche far sorridere molti, ma a ben pensarci non è affatto divertente.
I veri protagonisti sono stati ovviamente i ragazzi dell’istituto che, ligi al "loro" senso della giustizia, hanno entusiasticamente accolto la troupe e denunciato a gran voce per la telecamera la "malefatta" e il cattivo esempio della preside. Colpevole più che altro, così si mormora, di avere imposto a suon di salate sanzioni il divieto di fumare nell’intervallo. Vendetta tremenda vendetta: e chi abbia fatto "la spia" non si saprà mai.

Ma in una società in cui l’autorità non merita rispetto quando non è supportata dal denaro e dalla visibilità, il prevedibile risultato non poteva che essere questo: che alla prima caduta di stile o contraddizione, chi cerca di imporre regole impopolari e pesta qualche callo a qualcuno la paga molto, molto cara. E chiunque pensi, visto il filmato, che "giustizia è fatta", farebbe bene a rileggersi qualche passo evangelico che tratta di occhi, pagliuzze e travi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.