Suonerie vendute sul web: più di 300 siti indagati dall’UE

Ripulito il 70% dei siti indagati per la vendita di suonerie

cellulare suoneriaÈ giunta al termine l’azione repressiva svolta dall’UE sui siti per la vendita fraudolenta di suonerie. È durata circa 18 mesi e ha portato o alla correzione dei siti stessi o, in extremis, alla loro chiusura.

I motivi che hanno portato a questa “ripulita” del web sono stati numerosi. I siti coinvolti nelle indagini presentavano numerose problematiche. Prima fra tutte è stata la formulazione dei prezzi poco chiara, che spesso degenerava nella falsa gratuità delle suonerie proposte. Inoltre mancavano informazioni complete sulla modalità di acquisto.  

Paolo Saba, dell’Antitrust italiana,  ha così commentato questa operazione dell’UE: "Quest’iniziativa repressiva ha raggiunto risultati importanti nell’interesse dei consumatori che effettuano transazioni on line e transfrontaliere." Inoltre Meglena Kuneva, Commissario UE responsabile per i consumatori, ha sottolineato l’importanza dell’operazione soprattutto per la tutela dei giovani, che usano sempre più spesso il web per la telefonia :“Non è giusto che i giovani siano vittime di pratiche fraudolente come ad esempio le pubblicità ingannevoli che li inducono a sottoscrivere abbonamenti per suonerie che pensavano fossero gratuite, né che i genitori trovino brutte sorprese nella bolletta”.

I casi ancora in sospeso sono affidati alle autorità nazionali che si adopereranno per risolverli. Le indagini della UE non si fermano qui, ma proseguiranno anche nel 2010.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.