Terrorismo, arresti a Brescia

Si tratta di cittadini pakistani sospettati di aver finanziato dall'Italia un gruppo ritenuto responsabile della strage di Mumbai del novembre 2008, che fece 195 morti

Il Servizio Centrale Antiterrorismo dell’UCIGOS ha coordinato stamane un’operazione di polizia conclusa con l’arresto di quattro cittadini pakistani a Brescia. Due delle persone condotte in carcere sono sospettate di aver finanziato dall’Italia, attrraverso un’agenzia di money transfer che gestivano, un gruppo terroristico ritenuto responsabile, fra gli altri atti, del violentissimo assalto alla città indiana di Mumbai del novembre 2008, costato la vita a 195 persone. Altri due pakistani sono indagati per associazione a delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina; un terzo elemento accusato dello stesso reato è irreperibile e ricercato.

I sospetti degli inquirenti, che hanno operato di concerto con le autorità di polizia indiane e l’FBI americana, sono nati quando lo scorso dicembre i due titolari dell’agenzia, poco dopo gli attentati di Mumbai, avevano pagato tramite una rimessa in denaro l’uso di un servizio voice-over-IP per soggetti che risultavano in contatto con i presunti attentatori di Mumbai; il tutto senza esitare a utilizzare l’identità di una persona terza, e ignara. L’ordine era venuto dal Pakistan, da personaggi legati ad una finanziaria su cui proseguono indagini serrate a livello globale. Ulteriori dettagli sull’indagine saranno esposti in giornata presso la Questura di Brescia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.