Testamento biologico: un convegno per approfondire

Inviti "bipartisan": organizza La Chiave di Volta, associazione presideuta da Gianfranco Bottini. Di rilievo i relatori, che includeranno il Procuratore di Varese Grigoe i senatori Rossi e Bosone (PD), Rizzi (Lega) e Tomassini (PdL)




L’Associazione Culturale “LA CHIAVE DI VOLTA”, presieduta da Gianfranco Bottini, organizzerà per per le ore 18 di venerdì 20 novembre prossimo una Tavola rotonda presso la Sala Tramogge dell’ex Molino Marzoli in Busto Arsizio –Viale Cadorna con il seguente tema:

IL TESTAMENTO BIOLOGICO

La Tavola Rotonda, della durata prevista di 2h 30m, si svolgerà in due parti. Di seguito gli interventi previsti

I Parte- Prof.Mario Tavani

Don Luca Violoni

Procuratore Maurizio Grigo

Prof. Paolo Del Debbio

II Parte – Sen Rossi Paolo-PD

Sen Rizzi Fabio-Lega

Sen.Bosone Daniele-PD

Sen. Tomassini Antonio-PDL

"La presenza altamente qualificata dei relatori della I Parte e la diffusa copertura politica dei relatori della II Parte assicureranno al dibattito la garanzia di un completo esame dello stato di fatto sull’argomento e una chiara visione delle differenti opinioni" scrivono gli organizzatori. "E’ evidente che l’argomento tocca la coscienza e la sensibilità di ogni persona, indipendentemente dalle simpatie politiche, ed è quindi parsa alla Chiave di Volta una operazione lodevole il creare per tutta la cittadinanza della nostra provincia l’occasione di una presa di conoscenza delle differenti posizioni".

L’accesso alla Sala Tramogge sarà libero e verrà effettuata una registrazione della partecipazione unicamente per coloro che vorranno, per il futuro, poter partecipare alle iniziative che verranno messe in campo sull’argomento da parte dell’associazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.