Tre arresti per furti in abitazione

I carabinieri della compagnia di Rho arrestano in flagranza di reati due donne e un giovane che si erano introdotti in case private

Prosegue senza sosta l’attività dei Carabinieri della Compagnia di Rho finalizzata a contrastare il fenomeno dei furti in villa ed in abitazione. 
Una problematica particolarmente avvertita, soprattutto a causa della frequente presenza dei proprietari all’interno durante la consumazione dei reati, con gli evidenti rischi di una reazione dei ladri e di possibili offese nei confronti dei proprietari medesimi.
 
E dopo l’arresto di B.E., 22enne albanese autore la scorsa settimana di un furto in una villa di Lainate, mentre il proprietario dormiva all’interno, e trovato in possesso di arnesi da scasso, macchina e targhe provento di furto, nella serata di ieri altri tre soggetti, tutti stranieri, sono finiti in manette per il medesimo reato. 
I militari della Stazione di Cornaredo hanno infatti arrestato due donne croate di 18 e 21 anni – G.J. e M.M. le iniziali, senza fissa dimora, nullafacenti, pregiudicate – responsabili di furto aggravato in concorso. Intorno alle 21.00, il proprietario di una villetta periferica mentre rientrava le ha sorprese a rovistare nella camera da letto.Dopo averlo spintonato, le due donne si davano alla fuga; la vittima del furto avvertiva tuttavia subito i militari, che le rintracciavano poco dopo sulla “Novarese”; addosso avevano ancora i monili in oro appena asportati. 

 

Stessa sorte è toccata a C.D.I., 35enne rumeno, anche lui senza fissa dimora, nullafacente, pregiudicato, tratto in arresto dai Carabinieri di Bollate per tentato furto in una villa di una famiglia facoltosa del luogo. 
L’autore del reato, intorno alle 22.00, aveva scavalcato il muro di cinta e dopo aver forzato una porta finestra era penetrato all’interno, iniziando a rovistare in cerca di refurtiva.
 I rumori venivano avvertiti dalla figlia del proprietario, una studentessa 23enne, la quale si chiudeva a chiave in camera e chiamava subito i militari. 
Una pattuglia si precipitava sul posto e bloccava il soggetto ancora all’interno della villa.
 Per la ragazza solo un grande spavento.
 

Tutti gli arrestati si trovano ristretti nel carcere di San Vittore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.