Truffa allo Stato, Mario Chiesa patteggia 3 anni e sei mesi

Il giudice del tribunale di Busto Arsizio si è riservata la decisione. Il 9 dicembre nuova udienza

Mariop Chiesa chiede il patteggiamento per truffa a Busto ArsizioSi è tenuta questa mattina (mercoledì 4 novembre) l’udienza per il patteggiamento richiesto dai legali di Mario Chiesa, l’ex esponente socialista accusato di truffa e associazione a delinquere in seguito ad un’inchiesta sul traffico di rifiuti che vede coinvolta la società di smaltimento rifiuti "La Solarese" di Solaro (Mi) e la società amministrata da Mario Chiesa, la “Servizi Ecologici Milano”, che faceva da intermediazione con le aziende municipalizzate e risultava detentrice dei contratti di appalto che, sfruttando conoscenze politico-imprenditoriali, ha realizzato i contatti commerciali a favore de “La Solarese”, la corruzione dei funzionari pubblici e gli ingenti profitti tramite le fatture gonfiate . Il volume di affari perseguito è stato stimato in 2 milioni di euro. In aula erano presenti solo i legali di Chiesa. Le accuse per il noto uomo d’affari, già protagonista di Tangentopoli, sono truffa aggravata ai danni dello Stato e associazione per delinquere finalizzata allo smaltimento illegale di rifiuti.

Davanti al giudice Luisa Bovitutti, l’avvocato di Chiesa, Massimo Dinoia, ha rinnovato la richiesta di patteggiamento a 3 anni per i reati commessi fino al 2005; la prima richiesta fu respinta, con il consenso del pubblico ministero Luca Gaglio. Il collegio giudicante si è riservato di prendere una decisione in tal senso e ha acquisito il fascicolo riguardante anche un secondo procedimento, per reati analoghi commessi dal 2005 al giugno 2009 e per il quale ci sarà una seconda richiesta di patteggiamento a 6 mesi, fissando la data per la nuova udienza alle 13.30 del 9 dicembre quando le parti ricompariranno nuovamente in aula. In totale le due richieste di patteggiamento portano la pena a 3 anni e sei mesi dei quali i primi tre indultati e i rimanenti sei mesi già scontati in fase di custodia cautelare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.