Truffa un’anziana: 300 mila euro per fare la “bella vita”

Il responsabile è un uomo di 37 anni, romagnolo, che ha convinto l'anziana a consegnargli l'ingente somma. Altri quattro denunciati per truffa ed estorsione

Si finge amico di un’anziana e le sottrae con l’inganno più di 300 mila euro. In manette per circonvenzione d’incapace è finito un trentasettenne residente s Santaracangelo di Romagna e altre quattro persone sono state denunciate per truffa ed estorsione. L’operazione è stata portata a termine dalla compagnia della Guardia di Finanza di Gallarate dopo una complessa indagine di polizia giudiziaria, coordinata dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio.
 
L’arrestato, cameriere in Romagna e sedicente “amico di famiglia” dell’ultrassessantenne residente a Somma Lombardo, è riuscito a sottrarle, dal 2006 e con vari stratagemmi, inducendola anche a vendere alcuni immobili, una somma superiore a 300 mila euro. Con quei soldi l’uomo ha potuto permettersi la “bella vita”, mantenendo un tenore di spesa elevato, al di fuori delle possibilità di un cameriere seppur benestante: ha anche comprato alcune auto di lusso, una Porsche Cayenne ed una Mercedes, e altri veicoli e moto, mezzi con i quali si sollazzava sulla Riviera Romagnola, sempre abbronzato ed abbigliato con vestiti “griffati”.
 
L’arrestato ha anche convinto l’anziana donna di essere stata nominata “curatore speciale” di un fratello disabile dell’uomo, il quale per suffragare l’inganno, ha anche ottenuto una pratica legale che attestava l’esistenza di un fratello portatore di handicap fisico. Il truffatore ha convinto la donna a consegnargli ingenti somme di denaro, convincendola che sarebbero servite per la cura e l’assistenza legale del fratello malato. Contestualmente all’arresto sono stati sequestrati gli autoveicoli di lusso e gli altri veicoli che quest’ultimo aveva acquistato, attraverso lo sfruttamento dell’anziana signora. Gli altri quattro denunciati si sono resi protagonisti di artifici e condotte truffaldine fino ad arrivare all’estorsione nei confronti della stessa donna.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.