Un triciclo in Triennale per Giorgio Vicentini

L’artista varesino presente per due settimane con l’installazione Atelier Mobile ®. Arte e laboratori per grandi e piccini

Giorgio Vicentini alla TriennaleArtista difficile da definire e capace di stupire. Gli interventi artisti di Giorgio Vicentini riescono sempre a coglierti di sorpresa e lui stesso confessa di cercare anche questo con la sua arte: «Un importante critico mi aveva invitato alla mostra “Jean Cocteau Le Joli Coeur” presso il Centro Culturale Francese di Milano. Per stupirlo decisi di inviare alla mostra come opera d’arte, il triciclo rosso, ricevuto in dono dai miei genitori più di 50 anni fa. Montai sullo chassis, ottimamente conservato, un piccolo teatrino-atelier con i colori, le forme e i palpiti del mio mondo d’artista. Al termine della mostra decisi di inventare un laboratorio-luogo, un’area protetta, uno spazio mobile per dipingere, scrivere, cantare, leggere, pensare, riposare, giocare, studiare, lavorare».
Dal 7 al 15 novembre sarà presente con l’installazione Atelier Mobile ® nell’Atrio della Triennale di Milano. Strategicamente collocati sopra un disco di pvc rosso e orientati ai quattro punti cardinali, quattro Atelier Mobile ® creati da Giorgio Vicentini e prodotti dalla Nuova Bel-Go srl mostrano la loro natura poetica e per due fine settimana sabato 7, domenica 8 e sabato 14, domenica 15 novembre 2009, Giorgio condurrà un laboratorio artistico on demand con il pubblico dalle 10:30 alle 20:30. A tutti, adulti e bambini, verrà fornito materiale di belle arti per esprimere fantasia e creatività. Aiutato da alcuni studenti dell’Università Cattolica di Milano, l’artista accompagnerà tutti coloro che vorranno cimentarsi nella immediata creazione di una piccola superficie d’arte. I quattro Atelier Mobile ® saranno animati dal pubblico dentro e fuori, tra intimità e trasparenza come in un grande e divertente gioco d’arte. Al termine di ogni singola sessione artistica ognuno potrà portarsi a casa l’operina realizzata.
«La genialità della Triennale di Milano è stata, fin dalla sua nascita (1933), la capacità di coniugare l’architettura- spiega Cecilia De Carli - con l’attività produttiva del mondo moderno, una sorta di Bauhaus che ha generato il diffondersi di una cultura nuova. Ora un’artista, davvero geniale, la sfida dando forma e corpo a questa relazione. Giorgio Vicentini ha inventato un atelier mobile di rara bellezza, un laboratorio/luogo, dove l’intenzione dell’artista presente è quella di rendere fruibile l’incontro con il farsi dell’arte, che è sempre frutto di una relazione, che nasce da un “per chi”, che dà forma e bellezza a un’idea, che rende presente e operante uno straordinario accesso alla conoscenza».
 
ATELIER MOBILE ®, di Giorgio Vicentini,a cura di Cecilia De Carli.
TRIENNALE DI MILANO
Viale Alemagna,6
210121 Milano
L’installazione è aperta da sabato 7 a domenica 15 novembre 2009
martedì – domenica 10:30 – 20:30, giovedì 10:30 – 23:00
Giorgio Vicentini conduce un laboratorio artistico on demand con il pubblico
sabato 7, domenica 8 novembre e sabato 14, domenica 15 novembre 10:30 – 20:30

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.