Una Fondazione per ricordare Italo Rosa

La stanno avviando i familiari, nel rispetto delle volontà testamentarie, insieme a Comune e Parrocchia. Premierà e sosterrà iniziative legate al sociale e alla cultura, in chiave rigorosamente lonatese

Una fondazione per ricordare l’ex consigliere comunale lonatese e assessore provinciale varesino Italo Rosa. A poco più di un anno dalla scomparsa, è la famiglia a venire incontro alle sue volontà testamentarie. Queste prevedevano che si creasse "una Fondazione con scopi sociali, culturali ed umanitari (borse di studio, volontariato, assistenza, ricerca, beneficenza, ecc.) che dovrà contenere nella sua denominazione il cognome Rosa" ed i cui beneficiari dovranno essere associazioni, enti, comunità e cittadini con sede o residenza nel comune di Lonate Pozzolo. I cittadini potranno anche non essere residenti, purché nati a Lonate Pozzolo o di origine lonatese.

La Fondazione coinvolgerà nella sua amministrazione, oltre ai familiari (tra i quali c’è l’attuale capogruppo di Democratici Uniti, Nadia Rosa), un rappresentante dello studio fondato oltre cinquant’anni fa da Italo Rosa ma anche il Comune – tramite il Sindaco, un rappresentante di maggioranza ed un rappresentante di minoranza – e la Parrocchia, tramite il parroco di Lonate Pozzolo o un suo rappresentante di fiducia.
Sindaco e Parroco sono stati pertanto interpellati per poter procedere a breve, tempi tecnici permettendo, alla realizzazione dei desideri di Italo Rosa, "che tanto a cuore aveva il nostro Comune, dimostrandolo sia con il suo impegno politico e sociale in vita, sia con le sue ultime volontà".
La Fondazione perciò si occuperà di portare avanti quelli che erano i suoi ideali: attenzione verso il sociale, ma anche interessi in ambito culturale, come quelli che portarono Rosa a sostenere concretamente progetti quali la pubblicazione di libri sulla storia lonatese e la promozione, insieme ad altri, del gemellaggio con la comunità di origini lonatesi presente a San Rafael (California).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.