Una giornata di sciopero per dire no al taglio del fondo della produttività

I dipendenti del Comune di Varese hanno svolto un’assemblea durata tutto oggi, giovedì 19 novembre

Una giornata di sciopero per dire no al taglio di 450.000 euro del fondo della produttività. I dipendenti del Comune di Varese hanno svolto un’assemblea durata tutto oggi, giovedì 19 novembre. «Dopo la trattativa del 22 ottobre scorso, nella quale l’amministrazione aveva espresso la volontà di reintegrare il fondo di soltanto 188.000 euro, non vi è stato più nessun confronto tra le parti nonostante la richiesta della R.S.U. di essere convocati e, al contempo, di ricevere i dati di bilancio relativi alla spesa del personale – si legge in un comunicato stampa -. Allo stato attuale permane un taglio di risorse di circa 262.000 euro che, di fatto, decurterebbe in maniera consistente il premio di produttività dei lavoratori, già alle prese con bassi salari da 1000/1200 euro al mese e una crisi che fa sentire pesantemente i suoi effetti. Quindi, dopo un ampio e animato dibattito, i lavoratori hanno dato mandato alla R.S.U. di avviare le procedure per la proclamazione di un’intera giornata di sciopero e di programmare un presidio al prossimo consiglio comunale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.