Una settimana alla scoperta della Bosnia

Nuovo appuntamento con "La cultura genera appetito": le Acli di Varese fanno conoscere le tradizioni e la cultura di una terra affascinante e dalla storia difficile

Continuano i viaggi tra paesi e tradizioni della rassegna “La cultura genera appetito”. Questa volta, le Alle Acli di Varese si scopre la BosniaAcli di Varese vi porteranno alla scoperta di una terra verde, ricca di tradizioni culturali e di bellezze naturali. Passati gli anni terribili della  guerra, la Bosnia è un Paese da riscoprire: la secolare convivenza tra popoli e religioni diverse nella capitale Sarajevo, "Gerusalemme dei balcani", la natura rigogliosa, la vivace cultura artistica, cinematografica e musicale. Immaginate con noi di essere nelle strette viuzze dello Stari Grad, la città vecchia di Sarajevo, scoprite il sapore dei cevapcici: durante la Settimana Bosniaca il ristorante Com Service servirà da lunedì a venerdì il tipico piatto bosniaco, cevapcici e kupus, polpette di carne calde e verdure. Sarà inoltre allestita una mostra di artigianato tradizionale.
 
Gli incontri della Settimana bosniaca iniziano martedì 24 novembre, con l’incontro di presentazione Alla scoperta della Bosnia alle Acli di Varese(ore 21, sede Acli di via Speri della Chiesa 9 a Varese) alla presenza del console Brdar Jugoslav e di Silvia Maraone, referente dei progetti di solidarietà di Ipsia-Acli (Istituto pace sviluppo innovazione Acli) e curatrice della mostra fotografica in esposizione. Giovedì 26, dalle ore 16.30, è in programma il laboratorio per bambini, per realizzare manufatti artigianali tipici del paese. Venerdì 27 (ore 21, Sala Cesvov, via Brambilla 15) proiezione gratuita del film “Il segreto di Esma – Grbavica”, un delicato film bosniaco che fa i conti con l’eredità e la memoria delle guerre degli anni novanta. 
 
La festa si conclude con il grande pranzo bosniaco di domenica 29 novembre, al ristorante Com Service di via Speri della Chiesa: assaggiate con noi i famosi cevapcici e i dolci tipici, accompagnati dalla musica e dal folklore balcanici. Al termine del pranzo va in scena lo spettacolo “Quando il bianco è nero” di Salih Selimovic, Helga Bernardini, Oscar Agostini (www.agognomico.it). Per il pranzo è obbligatoria la prenotazione; prezzo per adulti 10 euro, per bambini 5 euro, il ricavato andrà ai progetti di solidarietà di Ipsia.

Galleria fotografica

Bosnia 4 di 14
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 novembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Bosnia 4 di 14

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.