Under 19 inarrestabile: battuta anche Cantù

La Whirlpool supera 70-59 i brianzoli e rimane solitaria in vetta al proprio girone. Mian (22 punti), Iovene e Chiesa i protagonisti del derby

La Whirlpool Varese vince (70-59) il derby under 19 di vertice a Masnago contro la Pallacanestro Cantù e rimane l’unica squadra imbattuta nel girone B, in vetta alla classifica. Coach Cavicchi ha fatto ricorso a tutte le soluzioni possibili per superare Cantù, schierando il miglior quintetto possibile tra i giocatori non colpiti da influenza e infortuni vari.

Il momento topico del match è arrivato verso la fine del terzo periodo quando Cantù è andata sotto di 8 punti e da lì non è più riuscita a recuperare, subendo al 33′ uno svantaggio massimo di 16 punti (60-44), ben gestiti poi da Varese nel finale.
La partita è iniziata male per Varese, che nei primi 5′ paga un parziale di 2-11 per Cantù; coach Cavicchi sostituisce Angelucci con Iovene che, pur a corto di allenamenti, ha dato una svolta alla gara: al 7’ Varese raggiunge la parità (11-11) ma Maspero, Corno e Pigoli riportano avanti Cantù, che chiude il quarto sul punteggio di 16-11 a proprio favore.
Dal secondo quarto in avanti però Varese detta la sua legge, fatta di pressing sugli avversari e di difesa asfissiante a uomo, oltre a far girare veloce la palla per colpire in contropiede e da dentro l’area. In questo scorcio di partita ci pensano Mian e Iovene; il play in 7′ realizza 13 punti (1/2 da 3 punti, 4/5 da 2, e 2/2 ai liberi). Nei minuti successivi la Whirlpool affonda pian piano Cantù con Chiesa, che con 10 punti e 11 rimbalzi assicura alla squadra un sostanzioso vantaggio, così il terzo periodo si chiude per 23-13 a favore di Varese.
Nell’ultimo quarto Cantù comincia a commettere falli e non riesce a sviluppare il proprio gioco, pressato dagli esterni biancorossi, risolutivi con le tre triple di Bianchi, Bernardi e Palazzi che chiudono la gara sul punteggio finale di 70-59. Per i brianzoli non bastano gli 11 punti finali di Silva e il ritorno di Maspero a canestro.
La quinta vittoria consecutiva incorona Varese quale leader solitaria del girone B a punteggio pieno con due punti di vantaggio su Cantù e quattro su Desio. Il derby si è però rivelato partita nervosa, intensa e segnata anche da alcuni falli antisportivi fischiati dagli arbitri (due a Mian, uscito al 34′ dopo aver segnato 22 punti); Varese ha comunque meritato la vittoria e può guardare con ottimismo al prossimo impegno con Desio, prima giornata di ritorno, sperando nel recupero pieno di tutti i suoi giocatori.

Whirlpool Varese – Pall. Cantù 70-59 (11-16, 29-31; 52-44) 

Varese: Armocida n.e., Palazzi 4, Frattini n.e., Chiesa 10, Iovene 13, Bernardi 5, Bianchi 8, Mian 22,  Angelucci, Lenotti 6, Zattra 2. All. Cavicchi. 
Tiri da 2: 19/52. Da 3: 6/22. Tl: 14/18. Rimbalzi: 33 (12 off.). Perse/Recup: 17/18.
Cantù: Petrosino, Motta 4, Abass, Lanzi 3, Broggi, Corno 9, Meroni, Canossa 1, Pigoli 5, Gorini, Silva 11, Maspero 26.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.