Urbanistica, si parla di Valutazione ambientale strategica (Vas)

Le problematiche ambientali discusse nell’ambito della conferenza finale per la Vas del Piano di governo del territorio. Preoccupato Paganini (Dairago) per possibili impatti sul suo territorio, ma il sindaco magnaghese Binaghi rassicura

Uno dei passaggi fondamentali nella stesura del Piano di governo del territorio (PGT), il nuovo strumento urbanistico che deve sostituire il vecchio Piano regolatore generale, è la Valutazione ambientale strategica (Vas) del Documento di piano, che identifica le problematiche relative all’impatto sull’ambiente e sul territorio che possono prevedibilmente derivare dallo sviluppo urbanistico previsto dal PGT, e rispetto alla quale possono formulare osservazioni sia enti che aziende e cittadini. Si comprende dunque l’interesse suscitato la scorsa settimana dalla conferenza finale per la Valutazione ambientale strategica del PGT di Magnago e Bienate che si è tenuta presso la sala conferenze di via Lambruschini, a pochi passi dal Municipio di Magnago.

I cittadini avevano avuto tempo dal 26 agosto al 26 settembre scorsi per prendere visione della documentazione – a disposizione presso gli uffici comunali – e presentare le loro osservazioni. Erano stati invitati a presentare osservazioni anche numerosi enti: la Provincia di Milano, la Regione Lombardia, l’Azienda regionale per la protezione ambientale (ARPA), l’ASL n. 1 della Provincia di Milano, i Comuni confinanti (Buscate, Busto Arsizio, Castano Primo, Dairago, Samarate, Vanzaghello), i Comuni aderenti al PLIS delle Roggie in fase di istituzione (Arconate e Dairago), e poi
Tutela Ambientale del Magentino Spa, Amiacque srl, la Soprintendenza ai beni architettonici e al paesaggio della Provincia di Milano, ecc.
Alcuni di questi enti hanno inviato alla conferenza loro rappresentanti, dall’Arpa (dottor Riccitelli) all’Amga (Gianluca Ferrari), alla Confindustria Altomilanese (Roberta Porro). Presente anche il Sindaco di Dairago, Pier Angelo Paganini, nonché, naturalmente, il Sindaco di Magnago Ferruccio Binaghi, l’assessore al PGT Elia Peroni, professionisti e tecnici che stanno partecipando alla preparazione del PGT, numerosi cittadini.

La conferenza è stata aperta dall’assessore Peroni, che dopo aver presentato i termini generali della Valutazione ambientale strategica ha lasciato la parola all’architetto Gioia Gibelli, redattrice della Vas. L’architetto Gibelli ha illustrato il lavoro che è stato fatto a partire dalla fine del 2007: dallo studio del territorio agli incontri con le categorie delle attività agricole, industriali e commerciali; dal censimento delle aree contaminate (inquinate) alla studio delle trasformazioni d’area. Ulteriori chiarimenti sull’argomento sono venuti dal Sindaco Ferruccio Binaghi. Il dottor Riccitelli, tecnico dell’Arpa, ha poi chiesto delucidazioni sullo studio idrogeologico facente parte della Vas, richiesta alla quale ha risposto la rappresentante dello Studio idrogeotecnico Ghezzi, che tale studio ha realizzato.

Il Sindaco di Dairago Pier Angelo Paganini ha manifestato i propri timori sulle conseguenze che l’adozione del nuovo PGT potrebbe avere sul territorio circostante e quindi su Dairago, in particolare per quanto riguarda eventuali mutamenti in termini di traffico e di inquinamento. Ha risposto il Sindaco Ferruccio Binaghi, sottolineando come il Pgt tenga ben conto di queste problematiche (che peraltro sono fortemente influenzate dalle scelte dei centri maggiori, ad iniziare da Busto Arsizio).
Una cittadina magnaghese, per parte sua, ha proposto l’educazione ambientale a scuola per evitare comportamenti abusivi quali roghi di cataste di legna insieme a plastica e altri materiali nocivi. Il Sindaco Binaghi ha ricordato che i controlli della Polizia locale sono sempre in atto e che il servizio di Protezione civile è disponibile 24 ore su 24, con un apposito numero telefonico di reperibilità.
Per quel che riguarda le aree inquinate, l’architetto Gioia Gibelli ha riferito di un censimento già fatto e il Sindaco Ferruccio Binaghi ha sottolineato che è stata avviata la redazione di un progetto di bonifica.
Per portare a termine il processo di valutazione e prima di andare in Consiglio comunale (presumibilmente entro l’anno), verrà redatto un verbale conclusivo con le osservazioni degli enti preposti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.