Varese: dalla gioia al dolore in cinque minuti

Monza-Varese 3 a 1. Camisa e compagni reggono il vantaggio iniziale di Pisano fino agli ultimi minuti quando il Monza trova 3 gol in dieci minuti. Espulsi Osuji e Sannino

Il Varese perde in casa del Monza 3-1 dopo aver condotto l’incontro per più di ottanta minuti. Fatali per Camisa e compagni sono state le espulsioni di Osuji e Sannino nel secondo tempo. Al gol in apertura di gara di Pisano hanno risposto le reti brianzole di Eramo, Cudini e Samb.

FISCHIO D’INIZIO – Sannino non può contare sui laterali di centrocampo Carrozza e Tripoli e largo a destra schiera un inedito Buzzegoli con la linea mediana formata da Osuji e Dos Santos. Il tecnico del Monza Roberto Cevoli deve far risultato per non far vacillare ulteriormente la propria panchina e si affida alla coppia d’attacco formata da Russo e Samb con Stefano Seedorf a supporto.

IL PRIMO TEMPO – Passa la prima manciata di minuti e il Varese va in vantaggio con Eros Pisano, che al 4′ devia di testa oltre il portiere una punizione di Zecchin dalla trequarti. I biancorossi, acquisito il vantaggio, gestiscono i ritmi abbastanza agevolmente e al 16′ sfiorano il raddoppio con Buzzegoli che raccoglie la respinta della barriera di un suo calcio piazzato e sfiora il palo con un tiro dai 20 metri. Superata la metà del tempo il Monza prova a uscire e si fa vedere al 27′ con un tiro dalla distanza di Eramo su cui però Moreau è attento e respinge. Risponde il Varese al 32′ con una ripartenza insidiosa, conclusa con un tiro che sfila di poco a lato di Zecchin, servito intelligentemente da un volitivo Del Sante. Un minuto più tardi, però, il Monza sfiora il pareggio e solo un intervento all’ultimo istante di Buzzegoli salva la propria porta dal destro a botta sicura di Anghileri. Al 36′ il Varese ha un’altra ottima occasione, ma prima il sinistro di Zechin si spegne sul palo, poi sulla ribattuta Del Sante scivola e non riesce a colpire bene la palla, che viene bloccata sulla linea di porta da Westerveld. Il Monza continua a giocare meglio, ma le conclusioni verso la porta di Moreau arrivano tutte dalla distanza senza risultare troppo insidiose.

LA RIPRESA – Il Monza comincia il secondo tempo decisamente meglio rispetto al Varese, anche se di occasioni limpide dalle parti di Moreau non ne arrivano. Al 15′ Del Sante spreca di sinistro ben lanciato da Buzzegoli. Il match si complica ulteriormente al 20′ quando Osuji si becca il secondo cartellino giallo stupidamente dopo aver palesemente allontanato il pallone per perdere tempo a gioco fermo. Al 30′ Armenise si rende pericoloso con un mancino potente dall’interno dell’area che Westerveld devia in angolo. Dopo l’ennesima espulsione di Sannino, ancora una volta abbastanza ingiustificata, il neo entrato Momentè si erge a protagonista gestendo in modo molto efficace i vari palloni, una volta facendo salire la squadra, l’altra provando il colpo del possibile ko, come al 34′ quando prova il sinistro dai 25 metri, respinto in tuffo da Westerveld. Al 42′ il Monza trova il gol del pari con Eramo, che dai 25 metri abbondanti supera Moreau scagliando un missile all’incrocio dei pali. I briantei sfruttano l’onda buona e al 45′ esatto trovano il vantaggio con Cudini, che di testa devia una punizione di Dimas. Il Varese si scioglie e al 48′ trova anche la terza gioia con Samb chiudendo definitivamente la partita.

LE INTERVISTE:

L’allenatore del Varese Beppe Sannino non nasconde l’amarezza per la sconfitta: «Stato espulso perchè ero ancora fuori dall’area tecnica, sta diventando una barzelletta. Abbiamo lasciato sul campo una vitoria che era nostra fino a pochi istanti dalla fine. Loro sono stati più bravi e hanno dimostrato di avere più gamba, ora dobbiamo dimenticare in fretta questa gara e questo risultato per continuare a correre».

Armenise non cerca scuse per la sconfitta: «Oggi abbiamo perso una grande occasione facendoci del male da soli. Non possiamo continuare a farci espellere tutte le trasferte, prima o poi la paghi, come è successo oggi. Abbiamo tenuto botta fino al loro primo gol, poi la delusione ci ha fatto sciogliere e abbiamo preso gli altri due. Io mi sento bene, sto giocando nel modo corretto e mi piace fare su e giù dalla fascia, purtroppo oggi potevo segnare il 2-0 e invece ho sprecato l’occasione, è un peccato».

Il tecnico del Monza Roberto Cevoli è soddisfatto della prova dei suoi: «Molte altre volte nei finali di partita abbiamo perso punti, oggi li abbiamo ripresi. Credo comunque che la mia squadra abbia giocato bene anche nel primo tempo, anche se abbiamo preso quel gol a freddo. Il Varese ha fatto vedere perché si trova così in alto in classifica, ma a volte anche la fortuna può far girare il risultato, come è accaduto oggi».

Monza – Varese 3-1 (0-1)

Marcatori: al 4′ pt Pisano (V) 42′ st Eramo (M), 45′ st Cudini (M), 48′ Samb (M).

Monza: Westerveld, Esposito, Barjie (dal 30′ st Campinoti), Eramo, Fiuzzi, Cudini, Iacopino, Anghileri (dal 34′ st Ravasi), Russo (dal 19′ st Dimas), S. Seedorf, Samb. All. Cevoli.

Varese (4-4-2): Moreau, Pisano, Camisa, Bernardini, Armenise, Buzzegoli, Dos Santos, Osuji, Zecchin (dall’11’ st Gentili), Ebagua (dal 29′ st Momentè), Del Sante (dal 21′ st Gambadori). All. Sannino.

Arbitro: Donati di Ravenna (Paganessi e Ranghetti).

Note: giornata fredda e piovosa, terreno bagnato ma in buone condizioni.

Ammoniti: Iacopino e S. Seedorf per il Monza. Bernardini, Pisano, Dos Santos e Buzzegoli per il Varese. Espulso Osuji per il Varese al 20′ st. Calci d’angolo: 6-3 per il Monza.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.