Villa Cortese torna coi piedi per terra, ko a Urbino

Le ragazze di Salvagni giocano un brutto scherzo alla Mc-Carnaghi che ha scontato anche l’infortunio di Cruz nel primo set

Non era una trasferta facile, lo si era detto, ma una batosta così non se la aspettava davvero nessuno. Villa Cortese torna con i piedi per terra e lo fa nel modo più brusco, cedendo in tre set nell’anticipo delle 19.30 sul campo di una Chateau d’Ax Urbino che finora aveva sempre perso davanti al suo pubblico. L’amico François Salvagni ha giocato davvero un brutto scherzo a Marcello Abbondanza, che ha scontato anche l’infortunio subito nel primo set da Aurea Cruz; per la Mc-Carnaghi un passo falso pesante che potrebbe accelerare il ritorno sul mercato, con un nuovo centrale pronto a vestire la maglia cortesina.

LA PARTITA – Le cose sembrano andare subito nel migliore dei modi per Villa Cortese che, trascinata da Cruz, si porta subito avanti 3-7, e arriva al primo time out tecnico sul 5-8 grazie a un muro di Luciani. Urbino non riesce a prendere le misure in attacco e mette a segno solo 2 punti nei primi 10 tentativi offensivi. Il muro fa il resto in favore delle ospiti: Anzanello su Fernandez (9-13) e Cruz su Havlickova (17-21) sembrano aprire la strada a un successo di Villa. Invece sale in cattedra l’opposto di casa che con un attacco e un muro propizia la rimonta: 20-21.

Piove sul bagnato per Abbondanza che è costretto a rinunciare a Cruz, ricaduta male da un muro: al suo posto entra Caterina Bosetti, ma Urbino insiste e completa la rincorsa sul 22-21 con un errore di Aguero e un attacco di Petruskaite. Bosetti c’è e lo dimostra con un muro che vale il primo set point (23-24), ma Urbino lo annulla e poi, con 3 punti consecutivi di Di Iulio, costruisce il successo ai vantaggi: 27-25. Nulla è perduto per Villa, ma ora le marchigiane iniziano a crederci. Il secondo set, con Hasalikova in campo per Luciani è nel segno dell’equilibrio: 7-8, 9-9, 13-12. Villa soffre un po’ in ricezione e Abbondanza prova a mischiare le carte: dentro una Cruz a mezzo servizio e Nicora. Sul 20-20, però, un muro su Secolo e due ace subiti da Cruz e Cardullo (incredibile ma vero) fanno volare Urbino. Villa recupera un punto ma Petruskaite va a chiudere sul 25-21.

Nel terzo set di nuovo in campo Cruz insieme ad Hasalikova. Urbino prova subito a staccarsi (6-3) ma Secolo e compagne ricuciscono e dal 10-8, grazie al servizio di Anzanello, volano fino a 10-12. Sul 12-15 arriva di nuovo la rimonta delle padrone di casa, che si riportano avanti con Petrauskaite e un ace subito dalle neoentrata Nicora. Si riprende a lottare punto a punto: il primo set point lo conquista Secolo (23-24), ma le padrone di casa lo annullano. Ai vantaggi un muro su Aguero vale il match point per Urbino (28-27) che lo trasforma grazie a un errore della stessa Tai.

Chateau d’Ax Urbino-Mc-Carnaghi Villa Cortese 3-0 (27-25, 25-21, 29-27)

Urbino: Nucu 7, Bechis 2, Havlickova 15, Butnaru, Petrauskaite 14, Leonardi (L), Di Iulio 16, Galeotti ne, Masoni ne, Rastelli, Fernandez 9. All. Salvagni.
Villa Cortese: Anzanello 10, Nicora 2, Berg 4, Lanzini (L) ne, Pinese, Hasalikova 1, Secolo 7, Ballardini ne, Cardullo (L), Luciani 3, Aguero 15, Cruz 6, C.Bosetti 3. All. Abbondanza.
Arbitri: Alberto Falzoni e Antimo Fiore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.