“Stiamo assoldando tutti i numeri uno”

Sull’imminente arrivo di Roy de Vita alla Quiete parla il presidente della holding che guida la clinica varesina, Sandro Polita

 

La quiete, VareseRoy de Vita, uno dei più famosi e mediatici chirurghi estetici d’Italia alla Quiete? Sembra proprio di sì, anche se per il momento però si può parlare solo di una trattativa, anche se probabilmente ad esito felice, in corso. Lo conferma anche il presidente il presidente della holding che guida la cinica varesina, Sandro Polita, da poco completamente rinnovata.  «De Vita è stato nei giorni scorsi la Quiete, e ci è sembrato entusiasta. Una cosa importante, anche perché il chirurgo ha bisogno di un riferimento per i suoi pazienti del nord Italia».

De Vita infatti, al di là della fama televisiva e legata ai giornali rosa, è un professionista molto conosciuto anche nella professionalmente: «Roy de Vita è innanzitutto un numero uno in chirurgia ricostruttiva, si è specializzato nella ricostruzione dopo le operazioni di asportazione del tumore, ha lavorato con Veronesi – tiene a sottolineare Polita – Poi si è specializzato anche in chirurgia estetica, diventando il numero uno in Italia anche in questo settore».

Le trattative con De Vita rientrano, secondo le parole dell’amministratore, in una precisa strategia generale: «La scelta della nuova Quiete è di puntare sui numeri uno di ogni settore, specie quelli che precedentemente non copriva – spiega Sandro Polita – Per i varesini non hanno bisogno di presentazioni il direttore scientifico, Paolo Cherubino, nè il rettore dell’università dell’Insubria Renzo Dionigi, che operano entrambi da noi. Ma pochi sanno che il primo in Italia per i tumori otorinolaringoiatri, il professor Spriano, direttore dell’istituto tumori di Roma, opera ogni venerdì in Quiete».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 luglio 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.