A un mese dalla chiusura del mercato

Ottimi colpi del Varese (preso anche il gioiellino Scialpi), ora mancano gli ultimi innesti per dare più solidità alla rosa. Tra le altre si sono mosse alla grande Atalanta, Torino, Siena e Livorno

Freme il mercato della serie B, a poco meno di un mese dall’inizio del campionato e dallo stop alle trattative. Il Varese si è mosso finora benissimo, ha puntellato una squadra già rodata nei ruoli giusti, assicurandosi elementi di valore assoluto per la categoria come Pesoli, Mustacchio, Figliomeni e Cellini. Manca ancora qualcosa: in difesa probabilmente arriverà un altro difensore centrale d’esperienza (e a quel punto ne partirà uno, Preite il maggior indiziato), si stringe per il forte terzino del Verona Pugliese, che diventerebbe titolare a sinistra con Armenise rincalzo di lusso e non si abbandona la pista che porta a Mohamed Coly, difensore senegalese del Rodengo Saiano, scuola Parma, nato nel 1984 e più volte nazionale del suo paese; a centrocampo serve un uomo di valore da affiancare a Buzzegoli: si cerca nell’abbondante mercato degli svincolati e qualcuno arriverà. Intanto voci di mercato danno per fatto l’accordo con il Lecce per il gioiellino del 1992 Alessandro Scialpi, soffiato nientemeno che all’Atalanta: si tratta di un centrocampista centrale nel giro della nazionale under 19 che potrebbe fare la spola tra prima squadra e Primavera. Ne parlano un gran bene e Sogliano ha già dimostrato di avere l’occhio lungo per i giovani talenti. Sugli esterni, si valuta ancora l’ex perugino Cazzola: è svincolato, un accordo si può trovare, ma di ali pure in biancorosso ce ne sono già parecchie (per Lepore sondaggi di Taranto e Sorrento). In avanti i giochi sembrano fatti: Cellini è una sicurezza, Neto Pereira è pronto a stupire anche in serie B, Eusepi è l’ariete che serve nelle partite dove il fisico vale più dei piedi buoni, Carrozza e Tripoli sono due schegge che Sannino sa utilizzare per pungere gli avversari. Resta da capire cosa sarà di Giulio Ebagua, l’attaccante nigeriano protagonista della promozione in serie B: aveva tante richieste, ma per ora è rimasto a Varese in attesa di guarire dall’infortunio al braccio. Se parte lui, ne arriverà un altro. Tra gli altri nuovi acquisti del Varese, contro il Genoa è piaciuto Nadarevic, attaccante bosniaco schierato esterno a centrocampo: ci sono ancora problemi di tesseramento, ma ha dimostrato da sapersi muovere e di saper dare del tu al pallone.
 
Le altre intanto si muovono parecchio. L’Atalanta è la squadra che ha messo a segno i colpi migliori: Ardemagni e Ruopolo in attacco garantiscono almeno 30 gol, senza dimenticare che giocheranno con il “Tir” Tiribocchi di fianco e l’esperto ma sempre ispirato Doni dietro. Il Torino sta puntellando una rosa già di per sé competitiva: Bassi in porta, Obodo, Stevanovic, Lazarevic, Iunco, Filipe a centrocampo (dove resta vivo il sogno Milanetto dal Genoa) e un attacco dove tutto ruota intorno a Rolando Bianchi ne fanno una delle pretendenti logiche alla promozione. Perso Maccarone, il Siena si è assicurata un altro attaccante che di gol ne ha sempre fatti tanti, Mastronunzio: con la conferma di tanti uomini della vecchia guardia, Antonio Conte in panchina e qualche nuovo innesto di qualità (Bolzoni, Carrobbio, Ciro Immobile), anche i bianconeri puntano in alto. Un’altra toscana da tenere d’occhio è il Livorno: ha tenuto Tavano e Danilevicius, è tornato Dionisi, ha preso Pagano e Schiattarella a centrocampo. Ottimi colpi anche per Grosseto e Sassuolo: i biancorossi toscani si sono assicurati Greco e Allegretti (oltre al giovane varesino Giovio dal Palermo), i modenesi hanno preso Catellani. Tra le neopromosse è il Novara quella che sembra messa meglio: hanno raggiunto Ventola e soci Marianini, Cossentino e Morganella. Molto attivo anche il Frosinone, che aspetta Di Carmine dalla Fiorentina, mentre restano alla finestra Portogruaro, Pescara, Reggina etante altre. Manca però ancora un mese intero di trattative, annunci, smentite e colpi a sorpresa. Ci sarà da divertirsi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.