Approvato il Piano per il Diritto allo Studio

Oltre 500 mila euro per il documento che contiene gli investimenti per il prossimo anno scolastico cittadino

Nel consiglio comunale dei giorni scorsi è stato approvato all’unanimità il Piano per il Diritto allo Studio per l’anno scolastico 2010/11 per una cifra totale di 510.654,57 euro. Sostanzialmente, per quanto riguarda le voci di spesa, non ci sono grosse novità rispetto all’anno precedente, salvo rilevare che gli interventi a favore del sostegno del disagio fisico e psichico sono aumentati in modo notevole.
L’amministrazione infatti con un intervento di 146 ore settimanali sosterrà il disagio, mentre le ore che lo Stato ha messo a disposizione per le scuole del nostro Comune sono state 90 ore circa alla settimana. Proseguirà inoltre il servizio di supporto pedagogico con una cifra stanziata di 12.550 euro all’anno. 90 mila euro poi sono stati stanziati per il sostegno educativo di alunni disabili frequentanti la scuola “Berra” e di altri quattro che frequentano istituti scolastici fuori dal nostro Comune. Stanziati poi 35.500 euro per il trasporto di cinque minori disabili presso strutture idonee. E’ stato fissato il contributo alla scuola dell’infanzia “Berra” per 130 mila euro, finalizzati alla gestione dell’istituto.

Per quanto riguarda il Pof (Piano dell’offerta formativa) l’amministrazione, da sempre attenta a recepire le richieste che provengono dalla scuola, stante la situazione non certo favorevole in cui versano le amministrazioni locali, ha stanziato 24.800 euro per la realizzazione dei progetti educativi e formativi, senza contare che sono stati messi a disposizione 26 mila euro che comprendono le spese per l’acquisto di materiale di facile consumo, per il funzionamento segreteria e per i sussidi didattici per ogni ordine di scuola. L’amministrazione come sempre fornirà con una cifra ad hoc i libri di testo per la scuola primaria (14 mila euro). “L’amministrazione poi – ha spiegato l’assessore all’Istruzione Elena Galbiati – interviene con l’erogazione di buoni pasto gratuiti per quelle famiglie in condizioni di disagio economico, che possono anche essere aiutate dalla Dote Scuola regionale. Si riconfermano infine le tariffe dei buoni pasto rispetto allo scorso anno scolastico, mantenendo anche per l’anno prossimo la totale gratuità per il terzo iscritto alla mensa”.
Negli ultimi anni la cifra stanziata da parte dell’amministrazione per il Piano per il Diritto allo Studio è stata costantemente incrementata: 348.911 euro nel 2006/07, 421.690 euro nel 2007/08, 467.436 euro nel 2008/09 e 471.725 euro nel 2009/10.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.