Calzaturificio Borri: è già “caso” politico con lo “stop” della Lega

L'altolà viene dal segretario cittadino Rudoni che avverte contro le "idee soliatarie" che "hanno vite molto brevi". "Busto non è una città d'arte, e un museo porterebbe dei costi"

Riportiamo il comunicato della Lega Nordk a firma del segretario cittadino bustese Alessio Rudoni, relativo all’eventuale destinazione d’uso dell’ex Calzaturificio Borri

In merito alle presunte decisioni sul ex Calzaturificio Borri e sulla sua possibile destinazione mi sento di intervenire precisando alcuni punti:
Sono discutibili queste decisioni prese del Sindaco Farioli senza un confronto con la stessa giunta e che fa proprio un discorso che dovrebbe comprendere tutta la sua maggioranza, quindi non solo il suo partito, ma soprattutto la Lega Nord, e considerare l’appoggio del Carroccio come spunto critico per riflettere, per migliorare e progettare il futuro di Busto Arsizio; su tematiche di questo tipo purtroppo la storia ci insegna che le idee solitarie hanno vite molto brevi.
Ricordo inoltre, che l’apporto dato dalla Lega Nord è sempre stato propositivo e concreto e condizionato dalle prospettive di futuro che si vogliono dare alla Città.
Non riteniamo necessaria la costruzione di un ulteriore museo a Busto Arsizio in quanto quelli ad oggi presenti andrebbero sistemati per permettere di sfruttare le loro potenzialità attrattive ancora parzialmente inespresse, e che rimangono a tutt’oggi non adeguatamente assistiti; come ad esempio Palazzo Cicogna con il recupero dell’ex carcere.
Inoltre un museo presenta dei costi di gestione che graverebbero sulle casse comunali quindi, un idea non in linea con il periodo di crisi economica che tutti gli enti locali stanno vivendo.
Riteniamo inoltre che non essendo città d’arte Busto possa difficilmente trovare in un polo museale la vitalità e la ripresa economica di cui oggi noi pensiamo abbia estremamente bisogno.
Infine intendiamo precisare che non è consuetudine della Lega Nord fare proclami elettorali in quanto non abbiamo bisogno di promettere ma ci basta mostrare alla gente il lavoro svolto in questi anni; infatti in questo momento critico per la politica i giornali ci vedono protagonisti solo per le opere compiute e fatti concreti realizzati mentre qualcuno discute su che corrente interna appartenere noi asfaltiamo strade, lavoriamo sul federalismo e ci occupiamo della nostra città.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.