Cinema al Grand Hotel? Idea geniale, ma non usiamolo solo come ripetitore!

Intervento del senatore Paolo Rossi che plaude all'iniziativa di portare vita all'interno della vecchia struttura

paolo rossiÈ un po’ come avere la Porsche in garage e usare la Panda”. Un commento, quello del senatore del Pd Paolo Rossi arrivato per esprimere l’opinione alla vigilia della proiezione della pellicola di Stanley Kubrick al Grand Hotel del Campo dei Fiori.
Il senatore del Pd sceglie lo strumento del breve commento per intervenire sull’iniziativa di questa sera organizzata dagli alpini.
Idea brillante ed intelligente, al limite della genialità. Un’ unica considerazione. Che quello splendido albergo (a parte questa ‘sporadica’ e ‘casuale’ occasione) possa fungere solo da ripetitore con tutto l’ antiestetico ‘antennamento’ sul suo tetto, lo trovo deprimente, anzi, uno spreco”, dice Rossi.
Da tempo, infatti, l’albergo splendente di un fascino d’antan è chiuso e utilizzato per iniziative "mordi e fuggi" che, sia pur seguitissime, come la festa degli alpini, restano isolate al periodo estivo. Da qui il sasso nello stagno lanciato dal senatore Pd:  è un po’ “come possedere una fiammante porsche staticamente parcheggiata in garage e, per andare in giro, ridursi ad utilizzare sempre una panda”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.