Collins visto da coach Recalcati

Il tecnico della Cimberio illustra le caratteristiche del pivot e spiega come potrà migliorare il suo modo di stare in campo

L’arrivo di Dwayne Collins per l’inizio della preparazione ha dato all’allenatore della Cimberio, Carlo Recalcati, la possibilità di lavorare fin da subito con il giovane americano, una delle attrazioni della nuova Pallacanestro Varese. Alle prime parole di Collins abbiamo così abbinato il giudizio di Recalcati, in modo da presentare a 360 gradi la promessa americana.

CARATTERISTICHE – «Collins è il pivot – spiega Recalcati – Al di là della statura, un dato che lascia un po’ il tempo che trova, le sue caratteristiche sono quelle dell’uomo d’area in tutto e per tutto. Per ora non gli ho ancora fatto svolgere lavori specifici per il ruolo, perché si è da poco operato il ginocchio e non vogliamo forzarlo su certi movimenti. Però Dwayne, di cui ho visionato diverse partite, è un ragazzo che può e deve dare ordine al quintetto, sia quando sarà abbinato a Galanda, sia quando giocherà in quintetti più bassi. È un ottimo atleta, l’intensità è tra le sue doti migliori».

LAVORI IN CORSO – «Dwayne ha mani davvero grandi – prosegue l’allenatore – e questo non lo favorisce di certo al momento di tirare. Per questo motivo, oltre naturalmente ad allenarlo al tiro, cercheremo di trovare giochi che gli permettano soluzioni a lui congeniali, più vicine al canestro. Questo perché sarà importante farlo sentire a proprio agio nella manovra collettiva, così da avere lo stesso equilibrio in tutte le fasi di gioco». Uno dei problemi di Collins è la scarsa percentuale alla lunetta: «Cercheremo di allenarlo anche in questo fondamentale: i liberi sono questione di "testa" oltre che di tecnica, Dwayne ha solo 22 anni e può essere formato anche sotto questo punto di vista».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.