Con il naso all’insù: successo per i fuochi blues

Centinaia di persone hanno assistito allo spettacolo pirotecnico sul lago. Un quarto d'ora di luci e colori a ritmo di musica

fuochi d'artificio rancoNessun dorma! E come con i fuochi d’artificio che danzano sul lago col sottofondo della voce di Pavarotti? È stato uno spettacolo pirotecnico emozionante e senza dubbio originale quello che ieri sera ha chiuso la trentacinquesima edizione del Ferragosto sotto al Salice a Ranco. Centinaia le persone che, armate di maglioncino e giacchetta, hanno sfidato l’aria frizzantina per assistere in riva al Verbano all’esplosione di luci e colori a ritmo di musica. Fiori di fuoco degni del celebre tenore e poi romantici con Ramazzotti e Bocelli e imponenti per il gran finale a ritmo di Blues Brothers. Un quarto d’ora con il naso all’insù per ammirare il cielo e l’acqua illuminati a giorno in un grande gioco di splendori. Tre botti finali e poi il meritato applauso. Così la festa è finita, anche quest’anno, alla grande. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.