Consiglio comunale, presenze assidue dei consiglieri eletti

Il presidente, Donato Lozito, rimarca il ruolo centrale dell’assemblea civica nella vita istituzionale della città. Regolare anche l’impegno profuso nelle commissioni consiliari

Nel 2010, prima della pausa estiva, sono state 7 le riunioni del Consiglio Comunale di Gallarate. Notevole l’assiduità nelle presenze da parte dei consiglieri, presenti in media al 92 per cento delle sedute. Per quanto concerne gli argomenti all’ordine del giorno, è possibile procedere a un raggruppamento in tre macroaree: istituzionale (convenzioni, modifiche regolamentari eccetera), urbanistica/lavori pubblici ed economica (bilancio, tasse, tariffe e simili).
Con la doverosa precisazione che una distinzione rigida non riflette la complessità di alcuni temi, la prima area ha fatto registrare 16 punti all’ordine del giorno, la seconda 9 e la terza 12. Le comunicazioni a inizio di seduta sono state proposte da esponenti della Giunta e dal presidente del Consiglio Comunale (6), dalla maggioranza (7) e dall’opposizione (34). Sette i question time, tutti proposti dall’opposizione. Una sola interpellanza, finora, presentata dall’opposizione, mentre le mozioni sono state 7, 5 dell’opposizione, 2 della maggioranza.
E’ proseguito anche il lavoro delle Commissioni Consiliari e della Conferenza Capigruppo. Quest’ultima si è riunita in 12 occasioni mentre, per quanto riguarda le prime, salgono su un ideale “podio” la Commissione Bilancio (8 convocazioni), la Commissione Urbanistica (5) e la Commissione Cultura (4).
Da segnalare, inoltre, la visita all’ospedale Sant’Antonio Abate della Commissione Sanità, le sedute congiunte del 16 e 23 giugno delle commissioni Politiche Sociali e Bilancio, la riunione di una supercommissione (Bilancio e Capigruppo) per approfondire i rendiconti economico – finanziari delle società Amsc.
«I dati – commenta il presidente del Consiglio Comunale, Donato Lozito – riflettono, per la vita politico amministrativa di Gallarate, l’importanza del lavoro svolto dalle varie commissioni e il ruolo centrale dell’assemblea civica. Un appunto, però, deve essere mosso a un utilizzo eccessivo delle comunicazioni in Consiglio Comunale, comunicazioni che a volte assomigliano a question time, interrogazioni e interpellanze e che non prevedono in teoria la possibilità di fornire repliche e risposte. La Conferenza Capigruppo, dunque, sarà chiamata a studiare un riequilibrio dei ruoli, pur salvaguardando il diritto dovere dei consiglieri di far sentire la loro voce nel consesso civico. Nel complesso, comunque, non posso che esprimere la mia soddisfazione per il lavoro sviluppato nelle principali sedi cittadine del dibattito democratico. In coincidenza con la pausa estiva, infine, auguro ai gallaratesi buone vacanze e auspico che, con la futura ripresa delle attività, si avvii un confronto leale, sereno e costruttivo tra le forze politiche e i gruppi presenti in Consiglio Comunale sui temi più importanti per il futuro della città, a partire dal Piano di Governo del Territorio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.