Design in mostra senza biglietto

Il museo della Triennale per tutto il mese d'agosto sarà visibile senza pagare il prezzo d'entrata: una iniziativa della fondazione del museo in collaborazione con BPM

triennale design museumE’ una straordinaria occasione per ripercorrere la storia del design, una delle perle del made in Italy, in famiglia o con amici recalcitranti: l’ingresso al Triennale Design Museum – per quest’anno curato da Alessandro Mendini – sarà gratuito dal 1 al 31 agosto 2010.

«L’iniziativa risponde all’esigenza di avvicinare il pubblico generico al mondo del Design – ha affermato Arturo dell’Acqua Bellavitis, presidente della Fondazione Museo del Design – attraverso le attività educative proposte dal Museo si vuole educare il pubblico alla qualità e quindi indirettamente promuovere il sistema produttivo italiano. Quest’anno il Museo ha sperimentato un percorso bambini, per il quale ha editato la favola con il personaggio Frisello, che guida i bambini all’interno del Museo stesso; perciò, per le famiglie che restano in città potrebbe essere estremamente formativo passare una mezza giornata con i loro figli visitando il Design e aprendo i loro orizzonti conoscitivi».

Il museo “mette in scena” il design italiano attraverso un sistema di rappresentazioni che si rinnovano ogni 12 mesi, cambiando ogni volta i temi-chiave, gli ordinamenti scientifici, gli allestimenti. La terza interpretazione del museo, diretto da Silvana Annicchiarico, a cura diAlessandro Mendini e con l’allestimento di Pierre Charpin, è Quali cose siamo. Il punto di osservazione si sposta sulla Storia e sulle storie che scaturiscono dai singoli oggetti che, messi uno accanto all’altro, creano un paesaggio multiforme capace di provocare squilibri e spiazzamenti, ma ricco di emozione e spettacolarità.

Una selezione di opere dei Maestri, di artisti, di giovani designer entra in dialogo con oggetti inaspettati che, di primo acchito, non sembrano «fare sistema» ma, in realtà, non sono quello che
sembrano. Se guardati attraverso nuovi punti di vista, mostrano una complessa matrice progettuale, forniscono un’ulteriore, inedita, testimonianza della creatività italiana e contribuiscono a definire in altro modo la nostra identità e l’essenza del design italiano.

«L’apertura gratuita ad agosto del Triennale Design Museum è un’iniziativa di grande rilevanza – spiega il presidente della Triennale di Milano Davide Rampello – Ringraziamo Banca Popolare di Milano che ha sostenuto con entusiasmo la nostra idea di regalare ai turisti e ai milanesi l’opportunità di scoprire il Triennale Design Museum, un museo unico e innovativo capace di rivelare in modo vivace e inaspettato la creatività italiana».

«BPM ha riconosciuto, in questa iniziativa, l’occasione di ribadire, nel solco di una tradizione, il radicamento storico al territorio da cui trae origine: Milano e la Lombardia – ha aggiunto Massimo Ponzellini, presidente di Banca Popolare di Milano -Uno dei principali motivi che ha portato la Banca al fianco di Triennale risiede anche nella condivisione dei valori che hanno mosso l’ideazione del Museo: offrire, cioè, al pubblico, milanese e non, la possibilità di fruire l’arte e le sue mutevoli espressioni».

Triennale di Milano e Triennale Design Museum sono aperti al pubblico per tutto agosto, anche il giorno 15 agosto, con gli orari consueti: martedì-domenica 10.30-20.30, giovedì-venerdì 10.30- 23.00, chiuso il lunedì.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.