Disagi a Gavirate per la chiusura di via IV Novembre

L'opposizione contesta la chiusura della via centrale per la posa del teleriscaldamento. La risposta dell'assessore che svela anche l'utilizzo dei due pali apparsi all'ingresso del comune

«Chiusura di via 4 novembre per un mese. CUI PRODEST?» Inizia così la presa di posizione di Silvana Alberio del gruppo all’opposizione "In Gavirate" che contesta la decisione dell’amministrazione di chiudere la via IV Novembre creando non pochi problemi alla circolazione: « Ci chiediamo, ancora una volta, se questa Amministrazione ha a cuore i propri cittadini o se ciò che la anima è l’assoluta arroganza di chi pensa di poter fare senza avere il minimo rispetto per alcuno. Nessuna informazione viene fornita ai residenti; evidentemente predisporre una lettera da consegnare casa per casa spiegando cosa sta succedendo, perchè si chiude la strada dando la possibilità a chi vi abita di organizzarsi sarà sembrato troppo!
Non è bastata l’esperienza fatta con i lavori(le cui disastrose conseguenze sono a tutt’oggi sotto gli occhi dei Gaviratesi) di via al Lido e di via Marconi! Residenti impossibilitati ad uscire dalle proprie abitazioni, code chilometriche senza che ci fosse un vigile a regolamentare il traffico(perchè è molto più redditizio usarli per far  cassa,ovviamente!!!) ,cantieri che venivano chiusi alle due del pomeriggio in ottemperanza alle partite del Campionato Mondiale di calcio……..tutto ciò nel PIU’ RIGOROSO SILENZIO di questa "distratta" Amministrazione. Da martedì 24 agosto è iniziata inizia la via crucis di via 4 novembre con conseguenze  già visibili: consigliamo un giro per Fignano agli assessori ai lavori pubblici e alla viabilità,perchè da dietro le scrivanie è difficile avere il polso della situazione! Noi, con ciò, non diciamo che i lavori non si debbano fare,ma chiediamo che l’interesse del privato non venga anteposto allo interesse del cittadino. Una saggia e attenta Amministrazione avrebbe imposto lavori ad tra Luglio e Agosto, quando il traffico diminuisce e la gran parte delle attività chiude,ma questa sarebbe stata appunto la preoccupazione di un’ Amministrazione attenta…….!!! ».
 
« È chiaro che un’opera simile crea disagi e problemi ma l’informazione alla popolazione residente è stata data nei tempi e nei modi dovuti» L’Assessore alla viabilità Walter Sechi non accetta le critiche mosse dall’opposizione: « I lavori di posa del teleriscaldamento ci hanno imposto la chiusura totale di questa arteria così importante perché la legge prevede che la posa avvenga a distanza da altre tubature. Ci hanno, comunque, assicurato che i lavori saranno più veloci dei tempi annunciati e con la riapertura delle scuole la circolazione sarà già ripresa. Quanto alla tempistica: noi avevano concordato la posa del teleriscaldamento. Quando ci è arrivata la richiesta dei lavori non potevamo negare il permesso o rimandarlo all’estate prossima…».
Rimane la polemica sui cartelli di avviso affissi sulle paline semaforiche: « Ma non era vietato????? ciò che vale per i comuni mortali non dovrebbe a maggior ragione valere per chi le leggi deve farle rispettare!!!!!!!» afferma Silvana Alberio nel comunicato. Una frecciata che Sechi non vuole commentare: « Qualsiasi cosa faccia il mio assessorato, viene sempre criticato….»
 
Rimanendo in tema di lavori, l’assessore Sechi svela anche il motivo del posizionamento dei due pali apparsi sia sulla satale 394 nei pressi della chiesetta della Trinità sia sulla sp1 vicino al semaforo di Groppello: « Rientrano nelle misure di videosorveglianza. Serviranno a rilevare le targhe delle automobili in circolazione ma solo per motivi di sicurezza. Non riguardano il Codice della Strada».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.