Domenico Squillace lascia la direzione dell’Isis Stein

Il preside si avvicina alla sua casa di Verbania. Dopo tre anni, se ne va a malincuore con il ricordo doloroso dei tre lutti vissuti in istituto

Il preside Domenico SquillaceDomenico Squillace lascia l’Isis Stein di Gavirate. Il dirigente conclude la sua esperienza triennale "agguantando" al volo un’occasione che lo riporta nella sua regione di residenza, il Piemonte: « Lascio a malincuore ma non potevo farmi sfuggire questa occasione – spiega Squillace – mi avvicino a Verbania. Probabilmente avrò come incarico un comprensivo di Gravellona o il costituendo Isis di Omegna».

Squillace lascia dopo aver messo a posto alcuni problemi emersi a fine anno, come il futuro del corso per matematici PNI, e l’avvio del corso EDA per adulti: « I ragazzi del PNI, pur rientrando nella sezione scientifica normale avranno un potenzialmento della fisica che sosterremo con i fondi di istituto. Mentre apriremo un corso nuovo a Gavirate dedicato agli adulti. Due gli indirizzi: il recupero dell’obbligo per chi non riuscì a completare il percorso obbligatorio, e l’italiano per stranieri».

Tanti sono i ricordi che Domenico Squillace si lascia alle spalle, molte amicizi professionali e non, tante esperienze positive. Ma sono tre eventi tristi che gli rimarranno stampati nella memoria: « In questi anni abbiamo detto addio a tre persone care. Due ragazzi, Loredana e Fadel uccisi per due fatalità, e il professor Della Bordella a cui mi legava una sincera amicizia. Rimase vittima di un incidente in montagna il 7 dicembre».

Il "dopo Squillace" ancora non è chiaro. Qualche "papabile" c’è, uno in particolare, ma per ora nessuna certezza. La notizia del suo trasferimento è recentissima: ieri il suo nome è comparso nella lista dei dirigenti trasferiti fuori regione. Il suo nome è insieme a quelli di Albino Cuda che lascia il comprensivo Da Vinci di Saronno che si trasferirà in Calabria, Vincenzo Gerundino, che dall’istituto Bertacchi di Busto andrà in Calabria proprio come Antonello Scalamandrè che lascia Gallarate

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.