Doppie firme sulle liste elettorali, Porro incontra la procura

Il primo cittadino e l'assessore Giuseppe Nigro a colloquio con il pm responsabile del procedimento a carico di 66 cittadini, in gran parte anziani. Il sindaco ha ottenuto uno "sconto": pagheranno 300 euro

Il sindaco di Saronno Luciano Porro corre in aiuto delle decine di cittadini saronnesi multati per aver firmato più liste elettorali. Un pasticciaccio brutto che aveva coinvolto per lo più persone digiune di politica, in molti casi anziani, che per distrazione e scarsa conoscenza della legge avevano sottoscritto due diverse liste elettorali, incorrendo così in un reato penale. A inizio agosto il sindaco aveva chiesto un incontro con la procura. E mercoledì Porro, accompagnato dall’assessore Giuseppe Nigro, è stato ricevuto dal pm Sabrina Ditaranto, titolare del procedimento penale a carico dei 66 saronnesi.
 
«Pur condividendo la necessità di un rispetto senza riserva della legalità» – specifica una nota del Comune – il primo cittadino ha spiegato al magistrato la buona fede delle persone coinvolte e soprattutto la grande difficoltà che incontrerebbero nel pagare l’ammenda da quasi 700 euro, che estingue il reato penale evitando il processo e, in caso di condanna, l’iscrizione nel casellario giudiziario. Il sindaco ha fatto anche presente che si tratta comunque di persone con senso civico, essendosi impegnate – come altre – nella vita politica cittadina.
Impossibile per il pm cancellare totalmente il fatto. Il sindaco però ha fatto una osservazione precisa, facendo notare che forse i 667,00 euro indicati nella lettera pervenuta ai cittadini rappresentavano una cifra errata, tenuto conto che nel caso in questione è prassi sanzionare facendo pagare ai responsabili dell’illecito, soltanto un terzo della cifra massima prevista pari a poco più di 900,00 euro. La pm Sabrina Ditaranto ha dovuto convenire che la cifra indicata nelle sanzioni inviate ai cittadini saronnesi era errata e quindi in ultima analsi si dovrà pagare molto meno, circa 300 euro. Magra consolazione per i protagonisti della vicenda
L’aiuto dell’amministrazione comunale alle persone coinvolte non si esaurisce qui: sarà infatti messo a disposizione dei cittadini che avessero bisogno di ulteriori chiarimenti, all’atto del ricevimento della notifica del Tribunale, il servizio legale del Comune di Saronno presso cui potranno recarsi previo appuntamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.