Estate sicura, 2010, quindici arresti nel fine settimana

Imponente l'impegno dell'Arma dei Carabinieri per la sicurezza in tutta la provincia: dal contrasto ai furti in appartamento alla più stretta vigilanza sulle strade

L’operazione “Estate 2010” è proseguita nel corso del weekend di Ferragosto appena passato con controlli serrati da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Varese che ormai da settimane hanno intensificato la vigilanza soprattutto nella zona dei Laghi e per i primi rientri in città.
Salgono a circa 200 gli arresti operati dai Carabinieri di Varese dal primo di giugno e 1500 le persone individuate quali autori di reato.
Con il contributo dei Reparti Speciali dell’Arma, NAS di Milano, NOE di Milano, Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Varese, del Nucleo Elicotteri di Orio al Serio, unità cinofile dei nuclei di Casatenovo (LC) e Orio al Serio (BG), sono stati effettuati numerosi controlli e verifiche nei settori di specifica competenza.
Il NAS, il NOE e il NIL hanno affiancato i militari del Comando Provinciale in una serie di attività ispettive a cantieri edili, agli esercizi pubblici, nelle strutture alberghiere, di ristorazione ecc., verificando in particolare le condizioni igienico-sanitarie e il rispetto della normativa ambientale e a tutela dei lavoratori e dei consumatori.
La task-force è costituita anche dai militari del Reparto Operativo che hanno garantito una specifica attività di vigilanza anche a tutela delle persone sole, in particolare degli anziani, e hanno intensificato i controlli alle persone di interesse operativo; e anche nella giornata di ieri non sono mancati risultati di rilievo.
Nelle principali località turistiche, del Lago Maggiore e di Lugano in particolare, proseguono le attività dedicate alla attuazione dei “Patti per la Sicurezza delle aree del Lago Maggiore e di Lugano”, con l’effettuazione di servizi coordinati di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati predatori in genere, all’incidentalità stradale e allo spaccio di stupefacenti.
Complessivamente sono state 15 le persone tratte in arresto nel fine settimana di Ferragosto (dettagli in articoli a parte nelle sezioni territoriali di Varesenews, ndr), mentre una cinquantina sono state denunciate in stato di libertà a vario titolo; di questi, importanti risultati sono arrivati nel contrasto al settore dei reati predatori in genere.
Di queste, cinque persone sono state tratte in arresto in tutta la Provincia in esecuzione di provvedimenti dell’autorità giudiziaria per reati vari, che vanno dall’evasione ai furti allo spaccio di stupefacenti fino al contrabbando di tabacchi.
Numerosi ed intensi anche i controlli alla circolazione stradale, in esecuzione anche delle nuove norme del Codice della Strada appena entrate in vigore: molteplici i posti di blocco e di controllo, eseguiti anche con l’ausilio di un elicottero dell’Elinucleo di Orio al Serio che anche nel giorno di Ferragosto ha sorvolato il territorio della Provincia, hanno consentito nell’ultimo fine settimana di denunciare complessivamente 18 persone per guida in stato di ebbrezza alcoolica, con il sequestro di 8 autoveicoli. Circa 800 le persone controllate e 450 i mezzi.
E ancora: 8 gli stranieri irregolari individuati sul territorio, 4 le persone denunciate per possesso ingiustificato di arma impropria e di coltello di genere proibito, con il sequestro di n. 2 coltelli e n. 2 mazze ferrate.
E’ proseguita l’azione di contrasto allo spaccio di stupefacenti nei locali della “movida” giovanile: complessivamente nel fine settimana sono state 4 le persone denunciate per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e 13 quelle segnalate quali assuntori, con il sequestro di 5 gr. di cocaina e 25 gr. di hashish. Il dispositivo continuerà in questi giorni con una serie mirata di servizi straordinari di controllo del territorio orientati a contrastare la diffusione di sostanze stupefacenti, l’abuso di alcool, il disturbo alla quiete pubblica e le varie forme di illeciti connesse alla cosiddetta “Movida Notturna”.
Particolare attenzione sarà rivolta al “112-Numero Unico di Emergenza” il nuovo numero telefonico europeo delle emergenze -attivo in via sperimentale dallo scorso 21 giugno – attraverso cui le richieste di intervento vengono soddisfatte dall’attivazione dei 5 Comandi di Compagnia e dei Nuclei Operativi e Radiomobili, e delle 37 Stazioni Carabinieri presenti in tutto il territorio della Provincia, dal confine con la Confederazione Elvetica ai limiti con le Province di Milano, Como e Novara. L’intensificazione della vigilanza stradale, attraverso unità radiomobili e motociclisti, coordinate anche con il concorso aereo del Nucleo Elicotteri, rappresenterà un obiettivo prioritario nella proiezione dei servizi che privilegeranno soprattutto gli assi di collegamento più critici e gli snodi “sensibili” sotto il profilo della sicurezza. Le unità radiomobili in particolare attueranno posti di blocco e di controllo e servizi perlustrativi, in cui si avvarranno anche degli etilometri e del sistema di rilevazione “FALCO”, che ha finora consentito di recuperare 19 veicoli denunciati come rubati.
Specie negli orari notturni saranno monitorate le aree residenziali lasciate dagli abitanti allontanatisi per le vacanze, per scoraggiare i furti negli appartamenti anche con il supporto in cielo degli elicotteri in dotazione all’Elinucleo di Orio al Serio (BG). Sul Lago la Motovedetta classe 200 in dotazione alla Compagnia di Luino garantirà il controllo della sicurezza della navigazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.