Gamberi della Louisiana nel lago di Varese: ora la pesca viene disciplinata

"Troppa grazia sant'Antonio": i varesini a caccia di gamberi sono diventati talmente tanti da avere bisogno di una regolamentazione. Che verrà presentata il 24 agosto

gamberi della Louisiana nel lago di Varese"Troppa grazia sant’Antonio!": come vuole significare il detto popolare, l’invito a raccogliere gli infestanti gamberi della Loiusiana che si trovano in giro per la ciclabile del lago di Varese, fenomeno che ha trovato grande spazio tra le notizie di tutta Italia, è stato raccolto dai varesini con un entusiasmo tale da costringere l’autorità che ha incoraggiato la raccolta a disciplinarla in qualche modo. Una disciplina che verrà spiegata al pubblico, attraverso una conferenza stampa indetta per domani, 24 agosto 2010, alla presenza dell’assessore provinciale all’agricoltura Bruno Specchiarelli.

Dopo la conferma della loro non tossicità – anzi, del fatto che sono mangiabilissimi – decine di “pescatori di gamberi” varesini si sono infatti riversati in questi giorni di ferragosto, a mani nude o guantate e armati di secchio o sacchetto sulla pista ciclabile di Varese.

I più accorti si sono mossi di sera, facendo incetta di gamberi. Ma sono stati comunque in tanti anche di giorno quelli che, a tempo perso e durante una passeggiata, si sono presi il sufficiente per un risotto: tanto da costringere la Provincia a “regolamentarne il flusso”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.