Il sindaco: “E’ un uomo sconvolto”

Luigi Franzetti conferma che il rapinatore è la stessa persona coinvolta a febbraio nell'incidente di Mohamed Yabre. Un 2010 nero per il paese a pochi passi dal lago Maggiore

«Sì, le confermo che è l’investitore di Mohamed». Il sindaco di Malgesso, Luigi Franzetti (nella foto), conferma la notizia emersa dalla indagini nel caso di rapina con sequestro di persona avvenuto ieri, 7 agosto, nel suo paese.  Un fatto drammatico, reso ancora più drammatico da questo particolare.
A cui però il sindaco stesso prova a dare una spiegazione umana: «La mia impressione è questo signore avesse già di suo problemi e fragilità che quell’incidente – che, viste anche le dinamiche, poteva capitare davvero a tutti, in cui non ci sono gravi responsabilità a carico di nessuno – ha peggiorato. La vita l’aveva reso già fragile e quello che è successo l’ha sconvolto del tutto».

Naturalmente, questa situazione non riduce nulla della gravità del gesto di ieri: «Qual è il motivo che l’ha indotto a questa azione e perchè proprio contro quella signora, proprio non lo so – continua il sindaco – Io so solo che quando ieri il maresciallo dei carabinieri mi ha avvertito del fatto che era stato arrestato ero a casa delle panettiere, la mamma e della figlia, ed erano terrorizzate. il fatto che sia stato assicurato alla giustizia le ha un po’ confortate».

Malgesso nell’ultimo anno è stata letteralmente sconvolta dagli episodi tragici: «Quest’anno, sono in successe parecchie cose che hanno sconvolto il paese: prima l’incidente al signor Zocchi, morto travolto da un albero a gennaio. Poi a febbraio l’incidente stradale e la morte di Mohamed, poi a giugno la disgrazia dell’annegamento di Fadel, il fratello di Mohamed e infine la rapina di ieri. Ci vorrà un po’ prima che gli abitanti del paese tornino alla normalità, ma lo spero molto. Perchè è importante».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.