Inseguimento da film per le vie di Busto, arrestati tre pregiudicati

Gli agenti della Volante del commissariato li hanno intercettati a bordo di un'auto rubata. Nel veicolo avevano tutto l'occorrente per effettuare una rapina

E’ stato un inseguimento da film americano quello che ha visto protagonista una pattuglia della Volante del commissariato di Busto Arsizio nel tentativo, riuscito, di fermare tre pregiudicati a bordo di un’auto poi risultata rubata. Nel pomeriggio di ieri, 25 agosto, la Volante del Commissariato di Busto Arsizio ha intercettato lungo la via Quintino Sella una vettura con a bordo tre individui, due dei quali conosciuti come pluripregiudicati della zona. Gli operatori, a quel punto, hanno deciso di controllare il veicolo ed i loro occupanti, ma prima che potessero fermarli, il conducente, per nulla incline ad assecondare la richiesta, accelerava cercando di far perdere le proprie tracce. Ne è quindi scaturito un immediato inseguimento a sirene spiegate, che si è protratto per le vie più trafficate della zona di Beata Giuliana di Busto Arsizio e per alcune zone boschive, durante il quale i tre si sono liberati di alcuni oggetti lanciandoli dall’auto in corsa.

La fuga li ha portati inuna via a fondo cieco, dove però il conducente, non si è scoraggiato addentrandosi col mezzo nei campi coltivati. La Polizia, sempre alle loro costole li  ha inseguiti sino a sbucare sul Sempione. Una volta rientrati sulle strade trafficate, considerata l’alta velocità dei due veicoli, il capo-pattuglia della volante, temendo per l’incolumità e la sicurezza dei cittadini, ha esploso alcuni colpi di pistola in aria a scopo intimidatorio, utili a bloccarli. I tre soggetti, sono stati bloccati non prima di aver opposto particolare resistenza.

Gli oggetti dei quali si sono sbarazzati durante la fuga sono stati recuperati: si trattava di una pistola giocattolo, un passamontagna, un cappellino con visiera, due paia di guanti, una bottiglia incendiaria, un coltello di grosse dimensioni ed un grosso sasso avvolto dalla carta, oggetti solitamente utilizzati per compiere rapine e/o particolari furti, nonché per poi celarne le eventuali tracce.  L’auto utilizzata per la fuga, è risultata rubata perché presentava nel nottolino di accensione una chiave inglese inserita, e lo stesso proprietario ha confermato l’avvenuto furto sotto casa, scoperto solamente dietro avviso della Polizia. I tre, italiani fra i 38 e 44 anni, residenti nella zona, sono stati arrestati con l’accusa di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale in concorso tra loro, e denunciati per il possesso ingiustificato degli oggetti atti ad offendere ed esplodenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.