Insieme per dare voce ai disabili

Si è presentato all'assessore Campiotti il Coordinamento varesino delle Associaizoni di disabilità. Il CVD lavorerà in sintonia con la Ledha

I membri del CVD all'incontro con l'assessore CampiottiIl Coordinamento Varesino delle Associazioni di Disabilità (CVD) ha incontrato l’Assessore Christian Campiotti. I membri del CVD hanno presentato il Coordinamento e i motivi per i quali è nato. L’obiettivo principale del CVD è stato quello di dare un’unica voce alla difesa dei diritti delle persone con disabilità, in sintonia con LEDHA, Lega per i diritti delle persone con disabilità della Regione Lombardia, e con le altre Organizzazioni nazionali di disabilità. Il CVD desidera essere un organismo di coordinamento territoriale a livello provinciale in cui potranno rispecchiarsi tutte le associazioni di disabilità. Insieme dovranno essere di stimolo per la diffusione delle conoscenze sul tema della disabilità in tutti i suoi aspetti e in tutti i tavoli istituzionali come ben indicato dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (adottata anche dall’Italia). Alla fine tutti dovranno tendere a migliorare la qualità di vita del disabile.
Si è parlato dei problemi reali delle famiglie di persone con disabilità, della recente conquista dei disabili contro la Manovra economica del Governo, ottenendo l’abrogazione degli emendamenti sfavorevoli ai disabili. L’Assessore Campiotti ha raccolto la preoccupazione delle Associazioni riguardo al taglio dei fondi agli Enti locali che potrebbe significare una riduzione dei Servizi diretti alle persone disabili.
L’Assessore ha apprezzato gli obiettivi del Coordinamento e ne ha condiviso i principi, sollecitando i membri del CVD a mantenere i rapporti con le istituzioni. Sono state tracciate le prime azioni di collaborazione riguardo alla possibilità di rapporti tra Associazioni e Provincia, in particolare con l’Assessorato Servizi Sociali, e riguardo a programmi di formazione e informazione sui temi di disabilità. L’Assessore e le dirigenti dello staff hanno raccolto le osservazioni e i commenti del CVD. Insieme sono state costruite delle proposte rinviando a brevissima scadenza l’inizio della
concreta collaborazione su alcuni temi già sul tavolo della Provincia, come quello dell’Amministratore di Sostegno e dell’Aggiornamento dell’elenco delle Associazioni di disabilità presenti sul territorio provinciale. Altri temi da affrontare con l’aiuto di Provincia e CESVOV, Centro Servizi per il Volontariato di Varese, presso il quale il CVD ha sede nominale (la segreteria rimane virtuale con la collaborazione di tutte le Associazioni aderenti) sarà il tema dei diritti esigibili da parte delle persone con disabilità, cioè tutte quelle norme quali agevolazioni, servizi per il superamento delle difficoltà legate alla disabilità motoria o psichica o sensoriale, senza i quali il livello di vita del disabile sarebbe inaccettabile. Aderiscono al CVD le Associazioni ADT di Varese, AIAS di Varese e di Busto Arsizio, AISLA di Varese, AISM di Varese, ANFFAS di Varese, di Luino e di Busto Arsizio, ARCA di Tradate, ASPI di Varese, UILDM di Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.