La Festa dei Rioni si farà, nonostante le difficoltà

Delibera della giunta comunale che approva un contributo di 10mila euro per l’iniziativa: “Iniziativa importante, ma limitare al massimo le spese”

La festa dei Rioni si farà e avrà un contributo di 10mila euro da parte dell’amministrazione comunale. Lo storico Palio cittadino, che negli anni ha cambiato nome è organizzato dalla ProLoco cittadina avrà un costo totale di circa 24mila euro, come descritto nella delibera della Giunta comunale. L’amministrazione ha deciso quindi di sostenere parte dell’iniziativa che si svolgerà ui prossimo 4 e 5 settembre.
«Per il 2010, la Pro Loco e i Rioni Cittadini hanno ideato un programma che prevede l’allestimento dei carri per la festa dell’uva, fontane danzanti, musica, intrattenimenti e spettacolo pirotecnico – spiega l’assessore al tempo libero Filippo Renna -. Anche se risulta sempre più difficile operare a livello locale, in quanto la conclamata crisi economica generale costringe le amministrazioni, ed in particolare quella locale, a dover fare i conti con la riduzione dei fondi di bilancio, che si sostanzia in una tendenza a decurtare le spese, l’Amministrazione Comunale intende garantire anche se in maniera limitata per il 2010 il proprio patrocinio alla Festa dei Rioni. A seguito di un incontro con gli organizzatori, si è deciso per quest’anno di limitare al massimo le spese, organizzando comunque una festa di “livello” in centro a Tradate, P.zza Mazzini. Si è concordato un contributo da parte dell’Amministrazione Comunale”».
 
Piccola storia della Festa dei Rioni
l Palio ebbe inizio nel 1947, poiché i cittadini, dopo la fine della guerra, sentivano il bisogno di trovare un’occasione di svago dopo tanta sofferenza. Era una delle manifestazioni più sentite dai tradatesi e vi partecipavano tutti, bambini, ragazzi, adulti e anziani.
Il palio consisteva nell’effettuazione di varie gare sportive a punti, tra cui tiro alla fune, corsa nei sacchi, corsa con l’uovo, corsa sui mattoni e staffetta. Si concludeva con una fantastica sfilata di carri allegorici preparati dagli abitanti. La manifestazione si svolgeva verso la metà del mese di settembre, ma i preparativi iniziavano attorno al mese di giugno.
Fu in occasione del primo palio cittadino che furono definiti i nomi dei rioni e l’entità territoriale di ciascuno di essi per evitare squilibri in ogni ambito del palio. Questa manifestazione è stata seguita per molti anni con interesse, ma da qualche anno la tradizione si sta perdendo, anche data la difficoltà e l’impegno organizzativo ed economico sempre più gravoso. Dal 2000 si è iniziato a proporre alla cittadinanza un evento denominato “Festa dei Rioni” atto ad ottenere una maggiore partecipazione dei cittadini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.