La Francia avvia le espulsioni dei rom

Il provvedimento sta facendo discutere, reazioni da Romania, Bulgaria e dall'Unione Europea:"rispettare le regole sulla libera circolazione"

Novantatre rom stanno per essere rimpatriati dalla Francia in Romania. È il prossimo passo della politica adottata dall’esecutivo francese guidato da Nicolas Sarkozy.
Il ministro dell’Immigrazione Eric Besson ha sottolineato che quello applicato ai rom non è un trattamento straordinario, ma un atto «nel quadro delle procedure classiche di rinvio degli stranieri in situazione irregolare nei loro Paesi d’origine».
Il provvedimento sta facendo discutere. Le reazioni più dure arrivano da Romania e Bulgaria. Il ministro rumeno degli Esteri Teodor Baconschi, ha messo in guardia Parigi contro le espulsioni "collettive" di rom, basate su "criteri etnici". Si tratterebbe di un passo, ha avvertito, in violazione delle leggi europee sulla liberta’ di circolazione e in contraddizione con la partnership strategica fra i due Paesi.
Al governo francese arriva poi il monito dell’Unione Europea. "La Francia come ogni altro stato membro deve rispettare le regole" che garantiscono ai cittadini Ue i diritti relativi alla liberta’ di movimento e di insediamento, afferma il portavoce della titolare del portafoglio alla giustizia e cittadinanza Viviane Reding. "A questo punto della vicenda, la Commissione segue da vicino e con attenzione la situazione – ha sottolineato il portavoce Matthew Newman – in particolare la commissaria Reding e il commissario Lazslo Andor".
Immediata la replica di Parigi: «Le misure decise dalle autorità francesi – ha detto il portavoce del Quai d’Orsay, Bernard Valero – sono pienamente conformi alle regole europee e non portano alcun attacco alla libertà di circolazione dei cittadini dell’Ue, come definite nei trattati».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.