La Resistenza in festa: giovani, donne, italiani e italiane

Da venerdì 3 a domenica 5 all'area feste di via Carreggia la Festa dell'Anpi: dibattiti, musica e incontro tra le generazioni eredi del "secondo Risorgimento"

Tre giorni di festa per ricordare il passato e rinnovare l’impegno per il futuro: Cardano al Campo ospita l’edizione 2010 della Festa della Resistenza dell’Anpi, in programma da venerdì 3 a domenica 5 settembre.

Due i temi scelti quest’anno: quello della partecipazione delle donne alla Resistenza e quello dell’Unità d’Italia, in vista del 150° del 2011.
«Quest’anno – spiega, combattivo e gentile come sempre, il presidente dell’Anpi provinciale Angelo Chiesa – la festa è dedicata in particolare all’attività delle donne nella Resistenza: anni fa fu pubblicato un bel libro da Macchione, da cui è stato tratto lo spettacolo teatrale che andrà in scena venerdì sera». Il ruolo delle donne è richiamato e attualizzato anche dalla vicesindaco Laura Prati: «Al di là delle 35mila combattenti, quasi un milione di donne parteciparono facendosi carico di sostenere i partigiani, di nascondere i prigionieri alleati e i feriti. E proprio dalla Resistenza trovarono la forza di rivendicare il diritto al voto e alla partecipazione politica». Un richiamo ai diritti che vanno riaffermati oggi, anche in uno spirito di solidarietà che non si ferma davanti alle frontiere: «Penso alla storia di Sakineh, la donna iraniana condannata alla lapidazione per adulterio: tutte le donne dovrebbero aderire alla campagna per la sua liberazione. E anche il governo italiano dovrbbe fare sentire ufficialmente la propria voce».
 
Accanto al tema della partecipazione femminile, centrale sarà poi il richiamo all’Unità d’Italia, «della continuità tra il primo e il secondo Risorgimento italiano», continua Chiesa, «a sottolineare un legame forte ribadito con forza anche dal Presidente Emerito della Repubblica Ciampi». A questo tema sarà dedicato un incontro domenica, con la partecipazione degli studiosi Enzo Laforgia e Daniela Franchetti.
Ma nella festa ci sono anche i momenti di svago e divertimento, adatti ad un’associazione che sempre più raccoglie iscrizioni di giovani: venerdì suonerà "Renato Franchi e l’orchestrina del suonatore Jones", sabato sera i "Re della Cantina" con il loro repertorio ricco di canzoni legate alla Resistenza, domenica sera i "7Grani".
 
La presenza di tanti giovani – che hanno rivitalizzato molte sezioni e contribuito persino ad aprirne di nuove – dimostra, secondo il sindaco di Cardano Mario Aspesi, che «i valori della Resistenza sono ancora nella testa delle persone. E su tutti quello dell’uguaglianza, quello che appare più desueto a molti, oggi». Soddisfatti e orgogliosi anche i rappresentanti locali dell’Anpi: «Cardano – spiega Enrico Franzioni – ha una tradizione di attenzione al tema della Resistenza. E ben vengano anche i dibattiti con posizioni diverse come quelli a cui abbiamo assistito, dimostrano che c’è attenzione». Michele Mascella dell’Anpi di Gallarate ricorda anche la stella polare della Costituzione, «che non si deve solo difendere, ma che va promossa e divulgata ai giovani»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.