Medio Oriente, il negoziato riprende a Washington

A settembre Israele e l'Autorità nazionale palestinese, con Netanyahu e Abu Mazen, si ritroveranno dopo 20 mesi di interruzione dei colloqui

Dopo 20 mesi di stop, riprendono i negoziati di pace per la Terrasanta. A settembre si ritroveranno a Washington, ospiti del presidente statunitense Obama, il primo ministro israeliano Netanyahu e il presidente dell’Autorità nazionale palestinese Abu Mazen. Si attende che le parti accettino l’invito: un annuncio ufficiale dovrebbe essere emanato in giornata dal segretario di Stato Hillary Clinton. Fonti ben informate della diplomazia a stelle e strisce e della Casa Bianca parlano già del 2 settembre come data utile per i primi incontri. Sembra che le parti abbiano concordato un limite di tempo di un anni per portare avanti la discussione.

I negoziati fra le parti, mai fruttuosi nella difficoltà di trovare soluzioni eque ad un conflitto profondamente asimmetrico e che prosegue da almeno settant’anni, erano sospesi da diecembre 2008. Sarebbe stato infine accolto un invito congiunto di Stati Uniti, Russia, Unione Europea e Onu, un quartetto di cui è rappresentante Tony Blair. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.