Non solo birra e salamella, i giovani “rivoluzionano” la festa del Pd

L'edizione 2010 della tradizionale festa alla Schiranna ha visto maggiormente coinvolti rispetto al passato i tesserati più giovani. Hanno puntato tanto sulla cultura e la politica

Da Festa dell’Unità a Festa Democratica. Non solo un cambio di nome – e di partito, dai Democratici di sinistra al Partito Democratico -, ma anche di sostanza. Almeno così a Varese, alla tradizionale festa della Schiranna che quest’anno ha festeggiato i 25 anni.
Salva la tradizione, con birra, salamella e il liscio da ballare in balera, negli ultimi anni i tre mesi di festa da giugno ad agosto hanno offerto al pubblico sempre più intrattenimenti. Notevole sicuramente il ristorante che ogni venerdì, sabato e domencia sera fa centinaia di coperti.
Quest’anno però, qualcosa è cambiato. Nuovamente. Un piccolo gruppo formato da Pietro Resteghini, Marco Regazzoni, Bassano Falchi Luisa Oprandi – tutti esponenti del Pd, 25enni i primi due, un po’ più "grandi"gli altri – ha deciso di affiancare alla tradizione nuove proposte. Sono nati così i weekend tematici: tre giorni dedicati a un argomento da affrontare non solo con dibattiti, ma anche con spettacoli teatrali, concerti e mostre.
Anime vere di queste iniziative sono stati di giovani del Pd. «Volevamo dare più profondità alla festa – spiega Pietro Resteghini -, dimostrare che la festa del Pd è più che "birra e salamella"». Ecco quindi che sono nati i tre weekend principali: quello dedicato all’associazione Libera e alla mafia con l’incontro con Nando Dalla Chiesa, quello per Emergency, quello dedicato all’ambiente e quello, dal 19 al 21 agosto, con le donne. «Le iniziative sono andate bene – racconta Pietro -. Per noi giovani è stata l’occasione per coinvolgere altri coetanei nell’organizzazione degli eventi. Ma anche il riscontro del pubblico è stato positivo, non solo per la partecipazione maggiore rispetto al passato di ragazzi e ragazze».
I "Giovani democratici" sono nati come organizzazione a Varese tre anni fa e oggi contano trecento sicritti fra i 16 e i 30 anni. Alla festa della Schiranna hanno partecipato naturalmente anche come volontari: ogni weekend si sono alternati circa venti giovani a servire ai tavoli e al bar.
«Siamo soddisfatti – conclude Resteghini – abbiamo incontrato tanate gente che ci ha hanno fatto i compliementi perchè finalmente il Pd ha organizzato qualcosa di diverso».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.