Palazzo (Pd): “Le primarie per scegliere il candidato sindaco”

Il vulcanico consigliere comunale della lista Insieme per Castellanza riapre la stagione politica cittadina lanciando la competizione aperta a "tutti coloro che vogliono mettersi in gioco e si riconsoscono nei valori del centrosinistra"

La politica castellanzese rientra lentamente dalle vacanze e Michele Palazzo, consigliere comunale della lista "Insieme per Castellanza", guarda già al 2011 e alle elezioni amministrative per il rinnovo del consiglio comunale: «Organizziamoci per le primarie – è l’appello del vulcanico esponente del Partito Democratico – decidiamo chi sarà il candidato che dovrà opporsi al centrodestra lasciando decidere i cittadini e che chiunque condivida i valori del centrosinistra si metta in gioco per presentarsi come candidato sindaco».

Niente giochi di segreteria, nessuna decisione nelle "stanze dei bottoni", ma una competizione libera e leale che può trasformarsi in una campagna elettorale che parte da lontano per il centrosinistra: «A mio giudizio – sostiene Palazzo – è l’unico modo che abbiamo per battere il centrodestra: riportare la politica tra la gente, dare la possibilità ai cittadini che vogliono cambiare di partecipare alla decisione più importante, il candidato sindaco delle forze progressiste». L’esponente democratico crede fortemente in questo strumento ed è pronto a scendere in campo per primo: «Voglio mettermi in gioco e partecipare anche io – continua Palazzo – proprio perchè credo in questo strumento democratico e trasparente».

Ma il consigliere comunale fa di più e lancia un appello anche a Maria Grazia Ponti, ex-sindaco eletto con il centrosinistra nella precedente amministrazione e poi caduta prima di metà mandato, dopo che la stessa, ultimamente, si era avvicinata al centrodestra: «Rinnovo l’appello alla partecipazione anche alla Ponti – ribadisce Palazzo – se vincerà sarà lei la candidata sindaco ma per chi perde ci sarà da rimboccarsi le maniche e aiutare il nostro candidato a vincere». La sortita di Palazzo sulla possibilità di scegliere il candidato sindaco del centrosinistra con le primarie sarà discussa, nelle prossime settimane, in occasione della preparazione del congresso di circolo.

L’ultima stoccata di Michele Palazzo è dedicata al Palio de la Castellantia che continua a far discutere la politica cittadina per i 60 mila euro spesi: «Sarà una delle prese in giro di questa amministrazione che andremo a spiegare ai cittadini, casa per casa – conclude – quei sessanta mila euro potevano bastare ad organizzare l’Estate castellanzese, oppure potevano essere impiegati per un Palio della solidarietà per favorire l’integrazione e la conoscenza tra i popoli. Di certo c’è un utilizzo sbagliato di quei soldi per una rievocazione stoorica inutile e inesistente».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.