Piani Soceba e Maddalena: non arrivano i documenti, scatta il ricorso al Tar

A presentarlo sono la Campagna "Una Vas per Busto Arsizio" e Legambiente, non avendo ricevuto risposta dal Comune alla richiesta degli atti del procedimento di Valutazione ambientale strategica richiesti a maggio scorso

La Campagna "Una VAS per Busto Arsizio", il Nucleo del Teatro dell’Oppresso, il Circolo Verdi e il Circolo cittadino di Legambiente, con l’assistenza dell’avv. Veronica Dini del Foro di Milano, hanno presentato ricorso al TAR di Milano contro il Comune di Busto Arsizio "per l’accertamento di illegittimità del silenzio formatosi sulla domanda di accesso agli atti formulata dai ricorrenti in data 31 maggio 2010".
I ricorrenti contestano che "sia l’assessore Reguzzoni (Lega Nord) che il Dirigente di settore (arch. Brugnoni) non hanno prodotto la documentazione della quale si chiedeva visione, in materia di procedimento VAS (Valutazione Ambientale Strategica) per i Piani Integrati di Intervento Soceba (piazza Vittorio Emanuele II), Speranza (via Borroni-Via Pozzi), La Maddalena (Sacconago), nonostante le relatrive delibere del Consiglio Comunale nel secondo e nel terzo caso facessero esplicito riferimento all’attivazione del procedimento VAS". Nei mesi scorsi il gruppo aveva messo in dubbio la stessa legittimità delle delibere relativi agli interventi di Sacconago e di piazza Vittorio Emanuele II, con relative risposte di Palazzo Gilardoni che però non lo avevano soddisfatto.

Con il ricorso al TAR Lombardia (presentato il 28 luglio scorso), i soggetti ricorrenti chiedono che il tribunale amministrativo "ordini al Comune di Busto Arsizio la esibizione e il rilascio della documentazione richiesta". L’udienza, presso la sezione 2 del TAR di Milano, si svolgerà nel prossimo mese di settembre.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.