Pochi veicoli e tanti servizi: la squadra cinofili chiede nuovi mezzi

Garantiscono la sicurezza a Malpensa, ma anche in altri aeroporti lombardi e in diverse occasioni, anche fuori provincia. "Ma i mezzi radiati non sono stati sostituiti", denuncia il Coisp

«La Squadra Cinofili di Malpensa continua a restare a piedi». La denuncia è del sindacato di polizia Coisp: attualmente la “cinofili”, che opera anche fuori dai confini della provincia, non ha adeguati mezzi speciali. Radiati i due ampi Ducato attrezzati (con quattro gabbie e sei posti per gli operatori), la squadra ha in dotazione solo due Doblò con due gabbie e due posti per gli agenti e un Ducato che è stato “preparato” in loco ed è utilizzato solo dentro l’aeroporto (nella foto). «La situazione non puo’ continuare e in queste condizioni non possiamo operare – riferisce il segretario regionale del Coisp Manrico Mingolla – e le prospettive per il futuro sono peggiori. La recente manovra finanziaria e la risposta del Ministero, che afferma non esserci in progetto la realizzazione di veicoli speciali per il trasporto promiscuo conduttori- cani, confermano la superficialità con la quale si considera la grave situazione in cui versa la Squadra Cinofili». Con tre veicoli la squadra deve garantire una grande varietà di servizi, con i cani per ricerca d’esplosivo, quelli antisommossa e quelli da soccorso: «Oltre che per la sicurezza in aeroporto, spesso la squadra svolge servizio anche per la tutela del Ministro dell’Interno e per altre questure, a Varese e Como. E talvolta siamo chiamati anche per servizi in altri aeroporti, ad esempio Brescia». ;Se a breve i cittadini vedranno un’unità cinofila a bordo dei mezzi pubblici – conclude Valentino Tosoni, segretario generale regionale del Coisp – non pensino che sia un nuovo servizio mirato a garantire quella sicurezza che i cittadini giustamente esigono, ma semplicemente non ci sono più veicoli per raggiungere il luogo ove fare il proprio dovere».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.