Quasi “saronnese” ai vertici dei figli dell’immacolata concezione

Fratel Ruggero Valentini, religioso laico, è stato nominato nuovo superiore generale. Ha dedicato molti anni alla Casa madre di Saronno

Ruggero ValentiniFratel Ruggero Valentini è il nuovo Superiore Generale della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione (CFIC), fondata dal Beato Padre Luigi Maria Monti. Succede a padre Aurelio Mozzetta, in carica dal 1992. Il 32° Capitolo Generale ha anche eletto i quattro Assistenti che, con il Superiore Generale, compongono il Consiglio Generale: padre Giuseppe Pusceddu (Italia), padre Daniele Bertoldi (Italia ma proveniente dalla delegazione Nordamericana, padre Lukose Kaitharathottyil (India) e fratel Esteban Duarte (Argentina).
Negli oltre 150 anni di vita della CFIC è la prima volta che un religioso laico viene chiamato alla guida della Congregazione. Soltanto il fondatore – Luigi Monti – aveva ricoperto la carica di Superiore Generale senza essere sacerdote. Fratel Ruggero Valentini è nato a Tuenno l’8 agosto del 1954, in provincia di Trento. Si è fatto religioso nella comunità di Padre Monti consacrandosi con i voti perpetui nel 1979. Ha effettuato studi classici, orientandosi ben presto verso il mondo della formazione professionale dei giovani, assumendo compiti di responsabilità in strutture operative, partecipando anche alla vita associativa di diversi enti di ispirazione cattolica.
Ha dedicato molti anni alla Casa madre di Saronno (VA), sede del Santuario dedicato al Fondatore. A lui si deve l’avvio dell’Editrice Monti e della libreria InChiostro. Ad Arco (TN) negli ultimi anni ha dato vita a un progetto integrato con una cooperativa di famiglie per lo sviluppo di iniziative scolastiche, dalle elementari alle scuole superiori
È attualmente presidente della Fondazione Nostra Signora del Buon Consiglio che gestisce l’omonima università fondata dalla CFIC a Tirana. La Congregazione conta oggi circa 400 religiosi che prestano la loro opera in una ventina di Paesi in tutto il mondo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.