“Quei riflettori, uno sfregio al monumento ai marinai”

Al ristorante all'aperto della Pro Loco di Gallarate i fari d'illuminazione sono stati impiantati proprio nel mezzo del monumento ai marinai. "Il pennone del Tricolore usato come supporto per i cavi elettrici"

Spettabile redazione di VareseNews,

la presente per denunciare la profanazione al monumento ai MARINAI D’ITALIA di Gallarate da parte della gestione Ristorante all’aperto. Siamo tutti d’accordo nel riconoscere l’ottima soluzione per passare le serate un po’ al fresco dalla canicola estiva, ma questo non giustifica che il monumento debba essere profanato. Questi signori si sono permessi di abusare del Monumento per i loro lavori. Adoperando il vialetto destinato a deporre corone nelle varie ricorrenze ufficiali e ricordi ai marinai caduti, come posteggio per il carrello porta fari per illuminare il ristorante con la pallina e il filo di presa a terra vagante (non collegato) impiantato nel monumento senza neanche osservare le più elementari norme di sicurezza e ,ancor di più, il pennone della bandiera usato come palo della luce per far passare i cavi impedendo alla bandiera di sventolare. E’ veramente una vergogna vedere che non si rispetta il valore di un Monumento Nazionale ai caduti. SE tutto questo fosse successo al Monumento della nuova rotonda in piazza Risorgimento? Quale sarebbe stata la reazione?
Per caso non ha lo stesso valore?

Risponde Vittorio Pizzolato, presidente della Pro Loco di Gallarate: «Il problema ci è stato segnalato: chiediamo scusa per il disguido, non era certamente nostra intenzione mancare di rispetto ai marinai d’Italia. Nei giorni scorsi ci siamo attivati per far sì che la bandiera tornasse a sventolare. Più complesso, invece, è l’intervento per spostare la struttura metallica che ospita i fari: la ditta che li ha installati è chiusa in questi giorni d’agosto, appena possibile muoveranno l’impianto».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.