Scatta l’allarme… e continua a suonare per mezza giornata

È successo a Castegnate nella zona di via Marconi: cinque ore in balia della sirena

Cinque ore di supplizio con l’antifurto che suonava senza mai smettere: un classico del periodo ferragostano quando la maggior parte delle persone è in vacanza.
È successo nella giornata di martedì a Castellanza, nel rione Castegnate, nella zona di via Marconi, come segnalano residenti della zona. Dalla 11,30 alle 16,30 circa è durato il "concerto" scatenato dalla potente sirena antifurto di un negozio, con comprensibile irritazione del vicinato e numerose chiamate alla polizia locale, prima che si trovasse il modo di mettere a tacere il molesto congegno di sorveglianza. Episodio "minimo" ma che si inquadra in una fattispecie tipica del periodo, secondo le forze dell’ordine. Con o senza "giusta causa" gli allarmi inseriti in case, ditte e negozi lasciati incustoditi per le ferie scattano, spesso a vuoto e assordando gli sventurati vicini rimasti a casa. In questi casi, l’unica è rintracciare quanto prima il proprietario, o in sua assenza chiunque possa aprire per zittire l’allarme.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.